Presunte violenze sessuali a Sara Tommasi: il pene degli attori "a perizia"

30 dicembre 2015 ore 7:55, Americo Mascarucci
Incredibile ma vero, anche i genitali degli attori finiscono "agli atti" del processo intentato dall'attrice Sara Tommasi per le presunte violenze sessuali che ha denunciato di aver subito durante le riprese del film "Confessioni private".
Il Pm della Procura di Salerno ha infatti disposto una "consulenza tecnica" sui genitali dell’attore e del cameraman che lo sostituì in scena. La perizia decisamente inedita è stata affidata a un ingegnere elettronico ed avverrà tramite l’analisi dei fotogrammi del video. 
Tutto questo perché l'attore accusato dalla Tommasi di averla violentata in realtà sostiene di essere stato sostituito sulla scena e quindi di non essere lui il soggetto cui fa riferimento la Tommasi circa le presunte violenze sessuali. Già in precedenza all'attrice sarebbero state mostrate foto segnaletiche del pene dell'attore rilevate durante la fase preliminare che però la Tommasi non avrebbe riconosciuto. 
Presunte violenze sessuali a Sara Tommasi: il pene degli attori 'a perizia'
Una sostituzione che sarebbe avvenuta perché l’attrice si venne a trovare in uno stato confusionale tale da compromettere la performance dell'attore. La perizia sarà eseguita sui fotogrammi del film che fu girato in un agriturismo di Buccino in Provincia di Salerno. Secondo l'accusa lo stato confusionale in cui versava l'attrice in quel momento poteva essere effettivamente la conseguenza di una violenza sessuale. Ma se violenza c'è stata, chi ne fu l'autore?
Chissà che finalmente non si riesca a capire cosa è realmente successo durante le riprese del discutibile film? 


caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]