"Non abbiate paura!". A IntelligoNews, in esclusiva, le anticipazioni del musical per Giovanni Paolo II

30 gennaio 2014 ore 14:07, intelligo
'Non abbiate paura!'. A IntelligoNews, in esclusiva, le anticipazioni del musical per Giovanni Paolo II
di Orietta Giorgio. Un’opera teatrale dal titolo inequivocabile: “Non abbiate paura!”. Le parole di Giovanni Paolo II danno vita ad un musical che sarà presentato in occasione della solenne cerimonia in cui sarà proclamato Santo. L’intento è di veicolare nel mondo l’immagine del papa polacco. In esclusiva ad IntelligoNews le anticipazioni di Giacomo de Santis, direttore della comunicazione di IkneArte e promotore dell’evento. Come nasce questo straordinario progetto? «Il progetto nasce da un’idea di Don Giuseppe Spedicato, un parroco a Novoli un paesino in provincia di Lecce. In occasione di una visita di Giovanni Paolo II nella diocesi di Lecce, Don Giuseppe manifestò la sua passione per il teatro al Santo Padre e gli promise che avrebbe fatto uno spettacolo anche su di lui e... lui, sorridendo, lo incoraggiò dicendo: “Va bene, va bene”. Dopo la morte di Giovanni Paolo II questa promessa è divenuta un impegno. Nasce così “Non abbiate paura!”, un’opera teatrale, un musical sulla vita e sul carisma di Giovanni Paolo II. Portato in scena, per la prima volta, in occasione della beatificazione, visto il grande successo fu ritirato per ripresentarlo, ulteriormente perfezionato, in occasione della canonizzazione. Partendo dal testo originario scritto da Don Giuseppe, siamo arrivati all'attuale versione per la regia e il coordinamento artistico di Gianluca Ferrato e Andrea Palotto». Come sarà gestito tutto questo grande ed ambizioso progetto?  «Saranno tre le società che cureranno i vari aspetti organizzativi e promozionali del musical, la Produzione è stata affidata alla Jonathan L Production, una nuova agenzia di spettacoli teatrali che esordendo con “non abbiate paura!” ha in programma di portare in scena entro la fine del 2014 altri 2 spettacoli di altrettanto spessore di “non abbiate paura!” ma, non anticipo altro per non togliere il piacere della sorpresa quando saranno annunciati. La Comunicazione è curata dalla IkneArte, azienda che da decenni collabora con moltissime istituzioni vaticane dai molteplici Pontifici Consigli, ai Musei Vaticani, dalla Libreria Editrice Vaticana alla Biblioteca Apostolica  ed a gran parte del mondo dell’associazionismo cattolico. L’Organizzazione logistica e strategica invece sarà garantita dalla GBY società specializzata nella gestione e nell’allestimento di grandi eventi». Le tappe dell’evento? «Tre le fasi fondamentali:  la prima fase comprende un pacchetto di repliche che andranno in scena a Roma la settimana che precede domenica 27 aprile, giorno della canonizzazione di Giovanni Paolo II. La location? Sarà l’Auditorium di via della Conciliazione. La seconda fase riguarderà il tour italiano. La terza fase il tour internazionale con repliche nelle principali città di tutto il mondo. Altre iniziative faranno da cornice allo spettacolo: il sostegno ad un progetto umanitario, che stiamo cercando di individuare con l’aiuto di alcune associazioni e una mostra fotografica sulla vita del Beato Giovanni Paolo II». Quali sono state le reazioni e le impressioni da parte vaticana? «In occasione delle repliche fatte per la beatificazione , maggio 2011, lo spettacolo fu visto da molte autorità vaticane che ne apprezzarono i contenuti e la fedeltà nella presentazione del carisma di Giovanni Paolo II. Il Cardinal Stanislaw Dziwisz, ex segretario di Giovanni Paolo II, il postulatore per la causa di canonizzazione monsignor Slavomir Oder, e monsignor Marcello Semeraro, vescovo di Albano e coordinatore degli otto saggi nominati da Papa Francesco, tutti  hanno avuto parole lusinghiere per il contenuto dell’opera teatrale specialmente per essere riusciti a porre tutte le espressioni artistiche utilizzate al servizio del “messaggio”». Qual è la musica scelta? «Le musiche, in parte, sono d’autore: ci sono brani di Sergio Endrigo, Giuni Russo, Francesco Guccini, Enrico Ruggeri, Grazia Di Michele, Vinicius De Morales, Chopin, Gounod e musiche inedite scritte appositamente per questo spettacolo tra le quali il leitmotiv “Non abbiate paura!” musica e testo composti da Andrea Palotto che ha una forza incredibile nella musicalità e nel canto». Quali saranno le discipline artistiche presenti nello spettacolo? «Recitazione, canto, musica, danza, e acrobatica per un musical capace di far rivivere per due ore la straordinaria capacità comunicativa di Karol Wojtyla che contagiava tutti coloro che lo ascoltavano senza pregiudizi. Discipline che, unite ad una regia capace di coniugare passione e realtà, danno vita ad un perfetto equilibrio tra narrazione e dinamicità generando un messaggio universale di pace, speranza e coraggio». Una curiosità… «Maria Antonietta Sisini, manager di Giuni Russo, ha inviato a Papa Francesco, nei giorni successivi alla sua elezione al soglio di Pietro, un cd con delle canzoni inedite scritte nell’ultimo periodo di vita della cantautrice pugliese. In quel periodo la Russo si era avvicinata molto alla Chiesa e alla vita spirituale, il Papa ha ascoltato il cd e colpito da alcuni brani, ha scritto di suo pugno una lettera a Maria Antonietta ringraziandola per il dono che gli aveva fatto sottolineando tre brani che l’avevano particolarmente impressionato e che, incredibilmente!, sono gli stessi tre brani che noi abbiamo scelto per il musical… e questo in tempi non sospetti perché i brani erano stati selezionati all’epoca della beatificazione di Giovanni Paolo II, quindi 3 anni prima».    
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]