Quando Mattarella fu eletto dal centrodestra per un solo voto

30 gennaio 2015 ore 18:56, intelligo
Solo alla quarta votazione e per un voto in più rispetto al quorum richiesto, Sergio Mattarella riuscì nel 2011 ad essere eletto alla Corte costituzionale dal Parlamento riunito in seduta comune.  

mattarella

  Va ricordato, come sottolinea l'Adnkronos, che tuttavia era in corso la legislatura precedente, in un contesto totalmente diverso dall'attuale, con una maggioranza di centrodestra e la Lega alleata dell'allora Pdl. Inoltre per essere eletti alla Consulta dalla quarta votazione occorrono i tre quinti dei componenti l'Assemblea, rispetto alla maggioranza assoluta che invece dallo stesso scrutinio è necessaria per salire al Quirinale. In particolare il 4 ottobre del 2011 si votò per l'elezione di un giudice costituzionale e di un membro del Csm. Nel primo caso Mattarella si fermò a 601 voti rispetto ai 634 richiesti (i due terzi i componenti l'Assemblea, oggi per la Presidenza della Repubblica ne serviranno 673), mentre Ettore Albertoni, indicato dalla Lega, riuscì a passare con 609 consensi rispetto ai 571 richiesti (i tre quinti i componenti l'Assemblea). Il giorno dopo Mattarella si fermò a 608 voti e a 592 nei due scrutini dove il quorum era sempre dei due terzi, mentre al quarto passò con 572 voti rispetto ai 571 richiesti. Va infine ricordato che i presenti e i votanti furono 786, quindi più di 150 in meno rispetto al plenum.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]