Family Day, Torriero: "Renzi e Galantino i due grandi sconfitti"

30 gennaio 2016 ore 13:19, Adriano Scianca
Family Day, Torriero: 'Renzi e Galantino i due grandi sconfitti'
Tutto pronto, al Circo Massimo, per il Family Day. Gli attesi 1500 pullman stanno arrivando, la piazza si va riempiendo e la previsione degli organizzatori di vedere, alla fine, un milione o un milione e mezzo di persone, sembra che sarà presto centrata. In piazza anche il direttore di IntelligoNews, Fabio Torriero, che così commenta l'evento odierno:

“Quella di oggi è una piazza né ideologica né religiosa. È una piazza che ha un valore antropologico. È un evento importantissimo perché dimostra che l'Italia non è il fanalino di coda rispetto a un pensiero unico europeo, ma piuttosto l'apripista e l'avanguardia di un modello diverso di relazioni sociali. 

I due grandi sconfitti di oggi sono Renzi e Galantino

Il presidente del Consiglio è lo sconfitto a livello politico: il Circo Massimo, oggi, è pieno di gente di sinistra che contesta la società radicale di massa voluta da Renzi. Uno dei messaggi chiave è contenuto in uno striscione: 'Non rottamiamo la famiglia'. È ovvio che si tratta di un messaggio uguale e contrario a quello renziano. Un altro recita "Renzi, ci ricorderemo". A livello delle gerarchie religiose, invece, il grande sconfitto è il segretario generale della Cei Galantino. Questa piazza, infatti, non è diventata dialogante dopo le parole di Bagnasco, lo era già prima. Non è una piazza divisiva, è una piazza 'per', non 'contro' qualcuno, popolata da gente civilissima. 

Da oggi, inoltre, questa cessa di essere una piazza di pressione ma diventa decisiva per ricostruire una politica valoriale in Italia. E non è un caso che la politica e la Cei siano andate alla rincorsa di questa gente”.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]