I cinguettii di Cascella sul caso Storace-Napolitano

30 giugno 2014 ore 17:43, intelligo
I cinguettii di Cascella sul caso Storace-Napolitano
Il caso del processo Storace per vilipendio al Capo dello Stato si arricchisce di una nuova puntata.
Su Twitter Pasquale Cascella, già portavoce di Napolitano nel primo settennato presidenziale (Cascella si è poi dimesso nell’aprile 2013, al termine del primo mandato di Napolitano, per candidarsi a Barletta dove è stato eletto sindaco) scrive: “Eppure si sa che per il presidente Napolitano il caso è chiuso. E ha chiamato il parlamento a intervenire sul vilipendio”. Pronta la replica dello stesso Storace, sempre su Twitter: “E perché i giudici vanno avanti? Che paese è?”. Come è noto la sentenza contro Storace, colpevole di aver definito “indegno” Napolitano arriverà il 21 ottobre. Ferma la posizione dell’esponente de La Destra. “Intendo rinunciare all’appello in caso di condanna. Il 21 ottobre mi presenterò a Regina Coeli e chiederò di andare in galera”.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]