La plastica invade i canali di Venezia

30 giugno 2015, Andrea Barcariol
La plastica invade i canali di Venezia
Oltre allo storico fenomeno dell'acqua alta, Venezia deve affrontare un altro problema: l'acqua sporca. E' quanto emerge dall'iniziativa organizzata da Legambiente Veneto e Ispra Chioggi, denominata Don’t Waste Venice, per sensibilizzare l'opinione pubblica sulle condizioni della città.

I volontari hanno rinvenuto un enorme quantitatativo di rifiuti, gettati in acqua da turisti e cittadini: oltre 500 in circa 7 chilometri di canali, il 25% di questi composto da bottigliette di plastica per le bibite. Plastica, dunque, pericolosissima per l'equilibrio naturale, ma non solo, i canali sono pieni anche di mozziconi di sigarette, accendini e contenitori di vario tipo.

“Il marine litter è un problema troppo spesso sottovalutato per una città come Venezia il cui rapporto con l’acqua è emblematico e dove la grande affluenza turistica e le difficoltà logistiche di fronte alle quali si trovano la municipalità e i cittadini nel gestire i rifiuti urbani rende tutto più complesso” - ha spiegato Luigi Lazzaro, presidente del Veneto di Legambiente.

   


caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]