Striscioni di CasaPound per Taricone: quell'amicizia "scandalosa" con l'ex Gf

30 giugno 2016 ore 10:27, intelligo
CasaPound Italia ha omaggiato Pietro Taricone nel sesto anniversario della sua morte. “Il tempo non cancella il ricordo. Cieli blu Pietro" è il testo degli striscioni a firma Cpi affissi in una novantina di città italiane in onore dell’attore deceduto il 29 giugno di 2010 in un tragico incidente con il paracadute. Era stata proprio la sua passione per questo sport a fare da collante con il movimento di Gianluca Iannone: Taricone aveva infatti tenuto a battesimo il gruppo di paracadutismo sportivo di Cpi, Istinto Rapace. 

“Pietro era un nostro amico e un italiano libero e coraggioso – sottolinea CasaPound in una nota - Un esempio luminoso che, come ogni anno, vogliamo ricordare nelle città dove siamo presenti e in tutte quelle che hanno rappresentato qualcosa nella sua vita: da Caserta, dove è cresciuto, a Roma, la città che gli ha dato la fama, fino a Trasacco, il paese in Abruzzo dove ora riposa”. 

Taricone acquisì notorietà nel 2000 grazie alla sua partecipazione alla prima edizione del Grande Fratello, nel quale si classificò terzo con il 15% dei voti, ma restando nell'immaginario collettivo come uno dei volti più noti di tutta la storia del reality. Dopo quell'esperienza, peraltro, Taricone si svincolò dal ruolo di “reduce” della casa, diventando attore e recitando in diverse produzioni televisive e cinematografiche. Da sempre considerato idealmente vicino alla destra, si avvicinò a CasaPound, andando in visita nella struttura occupata di via Napoleone III nel corso di una conferenza sul “fasciocomunista” Nicola Bombacci. In varie interviste dichiarò di essersi avvicinato a Cpi affascinato dall'attivismo del movimento nell'ambito del sociale, dello sport e dell'animalismo. 
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]