Le ultime parole di Giorgio Faletti: "Sono l'uomo più fortunato del mondo"

30 luglio 2014 ore 13:16, Andrea De Angelis
A quasi un mese dalla morte dell'uomo che ha amato, Roberta Bellesini ha deciso di raccontare i quattordici anni vissuti accanto a Giorgio Faletti, comprese le ultime ore di vita. "Mi chiese di sposarlo nel 2002, appena uscito dal coma". Non tutti sanno, infatti, che Faletti ebbe un ictus proprio nel giorno della prima presentazione di "Io uccido", il thriller che lo ha consacrato tra i grandi scrittori contemporanei italiani nel mondo. "Lo trovai disteso a terra, e fui io a decidere di provare una medicina sperimentale quando era in coma. Andò bene, ho sempre pensato che per avere grandi risultati bisogna correre dei rischi", rivela la signora Faletti.  
Le ultime parole di Giorgio Faletti: 'Sono l'uomo più fortunato del mondo'
  Un amore che all'inizio poteva sembrare difficile vista la differenza di età: "Ci sono volute tante cene perché ci baciassimo - racconta Roberta - e in fondo io ho finito per apparire più adulta di lui". Il racconto poi si sposta al gennaio del 2014, quando all'artista venne diagnosticato un tumore. La decisione di curarsi a Los Angeles, previo suggerimento di un medico, è stata dettata anche "dal bisogno di privacy". Mesi di cure culminati nel crollo fisico, a giugno, quando vennero scoperte le metastasi al cervello. Infine la decisione di rientrare a casa: "Lui aveva già deciso di tornare per fare la radioterapia in Italia, ma sono sicura che in cuor suo avesse capito che non c'era più nulla da fare - spiega Roberta - e desiderava tantissimo tornare in Italia, tant'è che ha tenuto duro fino a che siamo arrivati qui. Poi ha mollato".  Mai rabbia e sconforto, ma la consapevolezza di aver vissuto una vita meravigliosa. Queste le ultime parole di Giorgio Faletti: "Ho avuto una vita che altri avrebbero bisogno di tre per provare le stesse emozioni. E se penso che sarei dovuto morire nel 2002 e in questi 12 anni ho fatto le cose a cui tenevo di più, devo ritenermi l’uomo più fortunato del mondo".
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]