Grillo-Rodotà: Emiliano cinguetta a Beppe (e si risponde da solo)

30 maggio 2013 ore 20:02, Francesca Siciliano
Grillo-Rodotà: Emiliano cinguetta a Beppe (e si risponde da solo)
Il sindaco Michele Emiliano, uno tra i dem  più dialoganti coi grillini, da Bari affida a un cinguettio la sua personalissima opinione sulla bagarre Grillo-Rodotà:   Dopo pochi minuti ne lancia un altro: «Grillo mi ha appena detto che non parlerà mai con me di Rodotà perché io non conto nulla e dunque é inutile parlare con me». E a seguire: «Adesso ho paura che Grillo mi riempia veramente di insulti perché l'ho rimproverato per avere maltrattato il prof. Rodotà». Passano cinque minuti e la provocazione finisce. Emiliano scrive: «Ovviamente il mio tweet serviva solo a tentare di farmi rispondere da Beppe Grillo: era solo uno scherzo, ma comunque non mi ha risposto». Ridendo e scherzando, come si suol dire, Pulcinella disse la verità. Una verità che per Grillo sembra essere particolarmente dolorosa. Dopo le parole di Bersani da Floris - «Io mettermi con Grillo? Non ce la faccio neanche più a dirlo» - oggi anche Emiliano, probabilmente, archivia l’idea di un accordo tra Pd e M5S.  Anche se, tra i cittadini-eletti il vento sembra essere cambiato: tra un insulto del capo, uno della Lombardi e la débacle delle amministrative, sarebbero in tanti a ri-valutare la possibilità di allacciare un filo col Pd.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]