Al via il "Premio nazionale insegnanti": anche gli studenti fanno i "giudici"

30 maggio 2016 ore 11:40, Americo Mascarucci
Si apriranno ufficialmente venerdì 1 luglio 2016 le candidature alla prima edizione italiana del Premio Nazionale Insegnanti, gemellato con il Global Teacher Prize, meglio conosciuto come il Nobel dei docenti. 
Potranno partecipare tutti gli insegnanti che sono in servizio, indipendentemente da ordine e grado di scuola. 
Le candidature potranno pervenire esclusivamente online tramite il sito www.italianteacherprize.it, che le accoglierà entro il primo ottobre 2016. 
Il docente potrà candidarsi personalmente, ma potrà essere candidato anche da alunni, colleghi e dalla scuola stessa. Sarà necessario indicare oltre ai dati del docente (scuola di appartenenza, nome e cognome) anche la motivazione della candidatura. Ogni candidato dovrà poi compilare una scheda relativa ai propri dati e al proprio lavoro.
Obiettivo del Premio italiano, valorizzare il ruolo degli insegnanti nella società, portando all’attenzione di tutti le esperienze di quei docenti che sono riusciti ad ispirare in modo particolare i propri studenti, favorendone la crescita come cittadini attivi, e che hanno prodotto un cambiamento rilevante nella comunità scolastica di appartenenza. 
"Il Global Teacher Prize - ha affermato il Ministro dell'Istruzione Stefania Giannini - ha il merito di valorizzare il ruolo strategico che i docenti rivestono nella vita dei nostri figli. Raccontando le storie di insegnanti speciali, il Premio internazionale porta all’attenzione di un vasto pubblico la possibilità e la capacità che i docenti hanno di incidere sul percorso dei nostri giovani, cittadini del futuro. È per noi un onore lanciare la prima Edizione italiana del Premio alla presenza di Hanan Al Hroub che, nel difficile contesto di un campo profughi, educa i suoi alunni, attraverso il gioco, al rispetto degli altri, alla capacità di ascolto. Anche nel nostro Paese possiamo contare su molte ‘Hanan’, su tanti insegnanti che riescono a fare la differenza nelle loro comunità scolastiche come punti di riferimento per colleghi, famiglie, studenti. Con il Premio Nazionale vogliamo conoscere le loro storie, raccoglierle e raccontarle al Paese". 

Al via il 'Premio nazionale insegnanti': anche gli studenti fanno i 'giudici'
Saranno proprio i dati inseriti dai candidati al premio come migliori docenti a costituire la base per la prima selezione, da cui resteranno cinquanta finalisti. I 50 dovranno fornire nuove informazioni, non ancora specificate. Una giuria sceglierà tra loro i cinque finalisti. 
Il premio in denaro sarà destinato alla scuola di appartenenza del docente per realizzare progetti e attività promossi dai docenti premiati. Il primo vincitore sarà sottoposto alla valutazione del comitato del Global Teacher Prize con la possibilità di essere inserito fra i primi cinquanta finalisti del mondo che tentano di conquistare il premio da un milione di dollari. Chi vorrà candidare un insegnante dovrà indicarne nome, cognome, istituzione scolastica di appartenenza e allegare una breve motivazione. A quel punto il docente sarà informato via e-mail della candidatura e gli verrà chiesta conferma dell’interesse a partecipare al Premio. 
Una Giuria Nazionale, composta da personalità di spicco provenienti da mondi rappresentativi della società italiana, provvederà a individuare i 5 finalisti. Al primo di loro andrà un premio pari a 50.000 euro, gli altri quattro riceveranno 30.000 euro ciascuno. Il premio in denaro verrà assegnato alle scuole dei docenti vincitori per la realizzazione di attività e progetti promossi e coordinati dagli insegnanti premiati. Il vincitore del Premio Nazionale Insegnanti sarà valutato dal comitato del Global Teacher Prize al fine del possibile inserimento fra i primi 50 finalisti mondiali. Tutti i docenti italiani potranno comunque partecipare direttamente all’Edizione Mondiale anche se non hanno aderito al Premio Nazionale.

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]