Pantelleria devastata dall'incendio, è emergenza: l'ombra della mafia dietro il rogo?

30 maggio 2016 ore 15:30, Americo Mascarucci
Danni enormi, circa 600 ettari di montagna sono andati bruciati, danneggiati impianti elettrici e telefonici, un paio di anziani ricoverati in ospedale per il fumo che ha invaso le loro case, un paio di villette sono state fatte evacuare.
E' il bilancio parziale dell'incendio che ha devastato l'Isola di Pantelleria.
L'incendio scoppiato sabato si è propagato e il sindaco Salvatore Gino Gabriele ha chiesto con un'ordinanza di proclamare lo stato di calamità. 
Quattro canadair sono al lavoro per arginare le fiamme. 
L'incendio ha attaccato diversi boschi, senza risparmiare i terreni coltivati a zibibbo.
Montato un gruppo elettrogeno in emergenza per permettere le telecomunicasioni. Interrotte alcune trasmissioni tv perchè le fiamme hanno danneggiato un ripetitore. 
Dopo aver interessato il bosco di montagna Grande, le fiamme hanno minacciato le località di Rekale, dove sono presenti abitazioni e una cinquantina di persone, le Favare e Cuddia Antalora. Sempre a causa del vento, il fronte dell'incendio ha raggiunto anche la costa, fino a Balata dei Turchi. I vigili del fuoco, schierati a protezione delle abitazioni, hanno registrato anche difficoltà nella zona di Salto della Vecchia, dovute a diverse frane verificatesi lungo la strada.
Pantelleria devastata dall'incendio, è emergenza: l'ombra della mafia dietro il rogo?
Ieri il sindaco di Pantelleria, Salvatore Gabriele, aveva postato un video sul suo profilo Facebook dicendo: "Faccio appello al buon senso, alle persone per bene, alla dignità di ciascuno di noi perchè quest'isola abbia il coraggio di cambiare e di cambiare in meglio. Non saranno questi criminali - assicura il sindaco - a bloccare il processo di avanzamento culturale di un territorio che ha bisogno di affrancarsi da queste meschinità. Noi andremo avanti con coraggio e con determinazione con una risposta ferma da parte dell'isola e di tutto lo Stato italiano". 
Per Gabriele "oggi viene colpita tutta l'isola nella propria identità e nella propria dignità e noi con questo orgoglio ricostruiremo Pantelleria e tutto ciò che in queste ore sta bruciando".

Pantelleria devastata dall'incendio, è emergenza: l'ombra della mafia dietro il rogo?
L'incendio è attivo da sabato sera e le operazioni di spegnimento sono rese difficili a causa del forte vento. 
Ieri hanno operato quattro Canadair dei vigili del fuoco che hanno effettuato centinaia di lanci, 3 squadre di vigili del fuoco hanno operato a terra con 5 mezzi antincendio. 
Sulla natura dolosa del rogo il sindaco non ha dubbi: "Siamo stati tutti vittime di una banda di criminali, tali sono da definire gli autori del rogo. L’incendio è sicuramente doloso e chi ha appiccato il fuoco è un vigliacco perché voleva far male ai nostri boschi. Sapeva che l’incendio scoppiato a quell’ora non poteva essere spento dagli aerei, siamo dinanzi ad un danno incalcolabile, Pantelleria è stata colpita a morte da questo rogo".


caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]