"Mai pensato di smettere, sono incosciente": così Francesco "abbraccia" il popolo Youtube

30 maggio 2016 ore 13:25, Americo Mascarucci
Di seguire l'esempio di Benedetto XVI almeno per ora non ne vuole sapere.
Papa Francesco sembra stroncare definitivamente le voci di un suo possibile addio al soglio di Pietro come fatto da Ratzinger, ipotesi queste che sono circolate negli ultimi tempi e legate sia ad una presunta impossibilità di attuare le riforme volute sia per ragioni di salute.
"Non ho mai pensato di smettere di fare il Papa né di lasciare per le troppe responsabilità, in realtà non pensavo neppure che mi avrebbero scelto ma da quel momento mi sono sentito in pace, per natura sono un po' incosciente e quindi continuo" ha detto Francesco rispondendo alla domanda di uno dei trenta Youtubers che lo hanno interrogato nel convegno di Scholas occurrentes, una fondazione nata su impulso di Bergoglio nell'estate del 2013, che promuove l'integrazione sociale e la cultura dell'incontro per la pace. 
E'presente in 82 paesi attraverso la sua rete composta da oltre 400.000 scuole e reti educative, con particolare attenzione ai più deboli e fragili. 
Il convegno si è svolto in Vaticano alla presenza di circa 400 persone provenienti da 194 paesi del mondo, tra cui i due divi di Hollywood, George Clooney e Richard Gere, premiati entrambi con la medaglia dell'ulivo della pace.
Premiato anche l'ex ministro dell'Istruzione italiano, Luigi Berlinguer, che ha parlato con passione del ruolo della bellezza nella educazione, specialmente per i ragazzi più fragili. 
"Nel dialogo tutti vincono, nessuno perde - ha ribadito Francesco - Nella discussione, c’è uno che vince e uno che perde: ma in realtà perdono entrambi. Il dialogo è capacità di ascolto, è mettersi al posto dell’altro, tendere ponti". 

'Mai pensato di smettere, sono incosciente': così Francesco 'abbraccia' il popolo Youtube
Scholas prevede l'attivazione di una piattaforma digitale, attraverso cui i giovani potranno fare domande al Papa. Le risposte di Francesco confluiranno in un libro che sarà edito da Mondadori e uscirà ad ottobre o novembre. 
"Quando i popoli si separano - ha detto Francesco - le famiglie si separano, gli amici si separano: nella separazione solamente si trova l’inimicizia, incluso l’odio; invece, quando ci si unisce, si dà amicizia sociale, amicizia fraterna; e si dà una cultura dell’incontro, che ci difende da qualsiasi tipo di cultura di scarto. Grazie per questo e per quello che state facendo con questo".
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]