E' 730 time, il precompilato in scadenza: ampliati detrazioni, bonus e sconti fiscali

30 marzo 2016 ore 11:49, Luca Lippi
Comincia la frenetica corsa a recuperare fatture scontrini certificazioni, in una frase, è “730 time”.
In pochi brevi passaggi forniamo alcune informazioni utili per chi deve compilarlo e per chi deve decidere se presentarlo oppure no.
Cominciamo col dire che non tutti sono obbligati a presentare il 730, a parte i soggetti che già hanno preso confidenza con il 730 precompilato, che comunque non si è manifestato senza difficoltà, la categoria dei cosiddetti monoreddito non deve presentare il modello giacché è obbligo del datore di lavoro saldare tutta la posizione direttamente col fisco senza fare intervenire direttamente il lavoratore o il pensionato.
E' 730 time, il precompilato in scadenza: ampliati detrazioni, bonus e sconti fiscali
 A fine mese scade il termine per l'invio dei modelli di Certificazione Unica da parte dei sostituti d'imposta, e si può quindi iniziare a preparare i documenti per la dichiarazione dei redditi. Il modello in versione precompilata sarà on line dal 15 aprile prossimo, ma è comunque possibile continuare a presentare il 730 in forma cartacea al proprio datore di lavoro (se effettua questa forma di assistenza fiscale), a un Caf o a un professionista abilitato. Chi sceglie di rivolgersi ad un intermediario non subirà più alcun tipo di controllo da parte dell'Agenzia delle entrate, che in caso di problemi si rivolgerà esclusivamente agli intermediari che hanno rilasciato il visto di conformità.

La scadenza: Il termine ultimo per inviare il modello 730 all'Agenzia delle entrate è fissato al 7 luglio. Lo stesso termine è previsto sia in caso di consegna al datore di lavoro che al Caf. Il datore di lavoro non è tenuto al visto di conformità, quindi non vanno presentati i documenti che giustificano le detrazioni e si è direttamente responsabili in caso di errori. Chi presenta il 730 al Caf deve consegnare anche tutta la documentazione relativa alle spese da detrarre. In ogni caso la documentazione deve essere conservata fino al 31 dicembre 2020, data ultima per eventuali controlli da parte dell'Agenzia delle entrate.
Chi deve presentare il 730: lavoratori e pensionati, i titolari di indennità sostitutive di reddito di lavoro dipendente (cassa integrazione, indennità di mobilità); i lavoratori con contratto di lavoro a tempo determinato anche per un periodo inferiore all'anno, compreso il personale della scuola; chi ha soltanto redditi di collaborazione coordinata e continuativa almeno nel periodo compreso tra il mese di giugno e il mese di luglio 2016 e conosce i dati del sostituto che dovrà effettuare il conguaglio. Il modello può essere presentato anche da chi non ha un sostituto d'imposta, come nel caso di lavoro domestico o quando si ricevono solo gli assegni di mantenimento dell'ex coniuge, oppure da chi ha perso il lavoro. In questi casi chi ha diritto ad un credito riceverà il rimborso direttamente dall'Agenzia delle entrate. Se, invece, emerge un debito, il pagamento dovrà essere effettuato tramite il modello F24 direttamente predisposto dal Caf.
Bonus e detrazioni fiscali: una recente circolare, l’Agenzia delle Entrate ha ampliato la categoria delle spese detraibili dal 730 (o dal modello Unico), dagli immobili, alla scuola, alle spese sanitarie.
Riguardo le spese sanitarie - come per gli anni scorsi, resta la detraibilità delle spese per i farmaci e i dispositivi medici, per gli esami, per le visite mediche, i ricoveri, gli interventi e le terapie. 
Da quest’anno si aggiungono le spese sostenute per la mesoterapia e per l’ozonoterapia, se i trattamenti sono stati prescritti da un medico per curare una patologia. Si escludono chiaramente nella circolare di Agenzia Entrate, le spese sostenute per haloterapia e le spese sostenute per il pedagogista.
Riguardo i bonus mobili – per la possibilità di detrarre il 50% dei costi per arredi e grandi elettrodomestici, in caso di ristrutturazione, la circolare specifica che si detraggono i lavori di ristrutturazione, sulla singola unità abitativa, si devono configurare come interventi di manutenzione straordinaria.
Riguardo le spese scolastiche - Dal 16 luglio 2015 in poi, grazie alla riforma della scuola, è possibile detrarre tutte le spese scolastiche sostenute per la frequenza di asili nido, scuole materne, scuole elementari, scuole medie superiori e università.
Sono comprese tutte le spese sostenute per la mensa. 
Il bonus fiscale consiste in una detrazione del 19% dei costi dalle imposte, sino a un massimo di spesa pari a 400 Euro: si posso dunque detrarre sino a 76 Euro per allievo. Nessun limite alla detrazione delle spese universitarie, per le quali resta in vigore al precedente detrazione al 19% senza limiti (le rette relative alla frequenza di Istituti privati, però, non sono detraibili in misura superiore alle tasse pagate per la frequenza in un’università pubblica). 
Sconti fiscali sull’abitazione – sempre in relazione alla circolare dell’Agenzia Entrate, si specifica che la pertinenza a servizio dell’abitazione principale può essere costituita in comunione, ed è possibile che ogni comproprietario deduca la quota di rendita della pertinenza pari alla percentuale di possesso della pertinenza stessa.
La detrazione per i lavori di recupero del patrimonio edilizio, il limite di spesa su cui calcolare la detrazione tiene conto del numero delle unità immobiliari abitative servite dalla pertinenza.
per quanto concerne la deducibilità del costo di acquisto di una casa da affittare (per almeno 8 anni a canone concordato), l’ammontare massimo di spesa complessiva su cui calcolare la deduzione è 300.000 euro e vale per l’intero periodo dell’agevolazione (2014-2017), sia con riferimento all’abitazione che al contribuente; la deduzione è pari al 20% del prezzo di acquisto della casa da affittare ed è subordinata alla durata del contratto. 
Seguiteci per ulteriori precisazioni da parte di Agenzia Entrate riguardo deduzioni e detrazioni per il 730 di prossima presentazione.

autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]