Bonucci infortunato lo paga la Juve: "Quella fitta all'inguine", uno stiramento?

30 marzo 2016 ore 10:41, Micaela Del Monte
Povera Italia, o forse povera Juve. Dall'amichevole di martedì scorso tra la nazionale azzurra e la Germania di Joaquin Lew infatti non solo l'Italia è uscita con i cerotti, infatti il risultato maturato (4-1) non è stato la sola nota negativa della serata. Ad accusare un infortunio, seppur ancora non se ne conosce l'entità, è stato Leonardo Bonucci che ha dovuto lasciare il campo in barella dopo aver sentito un fastidio.


Bonucci infortunato lo paga la Juve: 'Quella fitta all'inguine', uno stiramento?
"Vediamo quello che dice la risonanza magnetica. Una contrattura? Vediamo che succede - ha spiegato il difensore bianconero - ho sentito una fitta all’inguine, e scrocchiare. Aspettiamo, tutto è possibile"
Il difensore centrale della Juventus al minuto 61' ha infatti costretto il commissario tecnico al cambio forzato e al suo posto è entrato Ranocchia. La brutta notizia però non è di certo per l'Italia visto che ormai i test in vista degli Europei di Francia sono terminati, a tremare infatti resta la Vecchia Signora che dovrà fare a meno di diversi "pezzi" nella prossima giornata di campionato che Allegri e i suoi disputeranno a Empoli. E' vero che Bonucci era già squalificato e che quindi avrebbe saltato comunque la trasferta toscana, ma è anche vero che vista la situazione l'infortunio del difensore bianconero potrebbe essere più grave del previsto e potrebbe quindi saltare anche più di una giornata. Difficile però ancora fare previsioni, di diagnosi e prognosi. Si attendono infatti gli esami strumentali, ma l’impressione è che possa trattarsi di uno stiramento, bene che vada: ovvero, un paio di settimane di stop, che metterebbero a forte rischio la presenza di Bonucci per Milan-Juve, in programma sabato 9 aprile a San Siro.

Con 3.756 minuti giocati, Bonucci è di gran lunga lo juventino fin qui più utilizzato in stagione da Massimiliano Allegri, così come è fedelissimo, in azzurro, di Antonio Conte, avendo giocato 17 partite su 18. Fin qui il difensore bianconero era pure stato indistruttibile: zero infortuni, mentre i muscoli di molti suoi compagni andavano in pezzi. Quella di Bonucci è una brutta tegola per Allegri vista la situazione della sua difesa. Chiellini, Barzagli e Caceres sono ai box ormai da tempo, infortuni a cui si aggiungono quelli di Marchisio e Kehdira. Insomma, in questo ultimo stralcio di campionato, il più importante visto il minimo distacco che la Juventus ha dal Napoli (3 punti), il tecnico toscano dovrà quindi rattoppare una difesa che in questo momento sembra non avere quasi più interpreti. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]