730 precompilato, dove e come la circolare dell'Agenzia delle Entrate fa pagare meno

30 marzo 2016 ore 13:17, Luca Lippi
La Circolare dell’Agenzia delle Entrate sull’argomento (730 on line) rassicura tutti sulla presenza precompilata delle detrazioni per pagare di meno, queste spese già incluse nel 730 sono tutti i  bonus e detrazioni fiscali dagli immobili, alla scuola, alle spese sanitarie.
Riguardo le spese sanitarie - come per gli anni scorsi, resta la detraibilità delle spese per i farmaci e i dispositivi medici, per gli esami, per le visite mediche, i ricoveri, gli interventi e le terapie. 
Da quest’anno si aggiungono le spese sostenute per la mesoterapia e per l’ozonoterapia, se i trattamenti sono stati prescritti da un medico per curare una patologia. Si escludono chiaramente nella circolare di Agenzia Entrate, le spese sostenute per haloterapia e le spese sostenute per il pedagogista.
Riguardo i bonus mobili – per la possibilità di detrarre il 50% dei costi per arredi e grandi elettrodomestici, in caso di ristrutturazione, la circolare specifica che si detraggono i lavori di ristrutturazione, sulla singola unità abitativa, si devono configurare come interventi di manutenzione straordinaria.
Riguardo le spese scolastiche - Dal 16 luglio 2015 in poi, grazie alla riforma della scuola, è possibile detrarre tutte le spese scolastiche sostenute per la frequenza di asili nido, scuole materne, scuole elementari, scuole medie superiori e università. Sono comprese tutte le spese sostenute per la mensa. 
730 precompilato, dove e come la circolare dell'Agenzia delle Entrate fa pagare meno
Il bonus fiscale consiste in una detrazione del 19% dei costi dalle imposte, sino a un massimo di spesa pari a 400 Euro: si posso dunque detrarre sino a 76 Euro per allievo. Nessun limite alla detrazione delle spese universitarie, per le quali resta in vigore al precedente detrazione al 19% senza limiti (le rette relative alla frequenza di Istituti privati, però, non sono detraibili in misura superiore alle tasse pagate per la frequenza in un’università pubblica). 
Sconti fiscali sull’abitazione – sempre in relazione alla circolare dell’Agenzia Entrate, si specifica che la pertinenza a servizio dell’abitazione principale può essere costituita in comunione, ed è possibile che ogni comproprietario deduca la quota di rendita della pertinenza pari alla percentuale di possesso della pertinenza stessa.
La detrazione per i lavori di recupero del patrimonio edilizio, il limite di spesa su cui calcolare la detrazione tiene conto del numero delle unità immobiliari abitative servite dalla pertinenza.
Per quanto concerne la deducibilità del costo di acquisto di una casa da affittare (per almeno 8 anni a canone concordato), l’ammontare massimo di spesa complessiva su cui calcolare la deduzione è 300.000 euro e vale per l’intero periodo dell’agevolazione (2014-2017), sia con riferimento all’abitazione che al contribuente; la deduzione è pari al 20% del prezzo di acquisto della casa da affittare ed è subordinata alla durata del contratto. 
Seguiteci per ulteriori precisazioni da parte di Agenzia Entrate riguardo deduzioni e detrazioni per il 730 di prossima presentazione.
Chi sceglie di presentare la propria dichiarazione dei redditi attraverso il modello 730 precompilato deve verificare con attenzione queste voci e soprattutto dovrà chiedere l’ausilio di un professionista o un Caf per inserire quelle non elencate in automatico perché  ridurre le imposte da pagare è legale oltre che utile.

autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]