Francesco Sicignano candidato con Fi, ma chi l'ha detto che era leghista?

30 novembre 2015 ore 13:46, Americo Mascarucci
Francesco Sicignano candidato con Fi, ma chi l'ha detto che era leghista?
Il candidato sindaco di Milano il centrodestra non lo ha ancora individuato ma intanto si sa per certo che fra i candidati consiglieri della lista di Forza Italia ci sarà Francesco Sicignano, il pensionato che alcune settimane fa ha ucciso un ladro che si stava introducendo nella sua villetta di Vaprio d’Adda. 
Il pensionato era finito nell’occhio del ciclone, accusato di aver sparato al ladro, per giunta disarmato, senza intimargli prima l’altolà, oppure sparando in aria per fermarlo. Si era parlato di “eccesso di legittima difesa” con la magistratura che addirittura è arrivata a formulare l’ipotesi accusatoria di “omicidio volontario”.
Però il caso aveva acceso inevitabilmente il dibattito intorno alla legittimità o meno del diritto di difendere l’inviolabilità della propria proprietà. Il centrodestra, la Lega Nord su tutti, si era schierata senza se e senza ma in favore di Sicignano e contro la magistratura, difendendo il diritto alla legittima difesa da parte di ogni cittadino che si trova un ladro in casa.

E se il ladro fosse stato armato? Come poteva sapere Sicignano che non lo era? Se avesse rivolto l’arma contro il pensionato e lo avesse ucciso? Che una candidatura fosse nell’aria si sapeva già da settimane ma tutti erano convinti che l’approdo naturale fosse il Carroccio. Invece a sorpresa è spuntata la candidatura azzurra. 
Durante la conferenza stampa, Francesco Sicignano ha espresso il suo parere nei confronti del leader di Forza Italia: “Ho molta stima per Silvio Berlusconi. Dopo tutto quello che ha passato, ha deciso comunque di rimanere in politica perché gli sta a cuore il bene del Paese. Credo che l’Italia vada gestita come un’azienda. Per tutta la vita ho votato l’Msi, ma alle ultime elezioni ho scelto Forza Italia”. 
Pare che i leghisti ci siano rimasti male soprattutto perché la candidatura del pensionato ha tanto il sapore di un'operazione mirata proprio a succhiare voti al Carroccio, non lasciando al solo Salvini e al suo partito il monopolio della battaglia per la sicurezza. 

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]