Obama al Bataclan con Hollande: commosso nell'omaggio alle vittime dei terroristi (VIDEO)

30 novembre 2015 ore 15:18, Americo Mascarucci
Obama al Bataclan con Hollande: commosso nell'omaggio alle vittime dei terroristi (VIDEO)
Il presidente americano Barack Obama, si trova a Parigi per partecipare alla conferenza mondiale sui cambiamenti climatici, la Cop21 ma non ha mancato di rendere omaggio alle vittime del terrorismo. 
Si è infatti recato davanti alla sala concerti del Bataclan (IL VIDEO), il teatro della strage del 13 novembre, dove sono rimaste uccise 90 persone. Ad accompagnarlo c’era naturalmente il presidente francese Francois Hollande. 
Obama si è fermato per alcuni minuti in silenzio davanti a quello che appare a tutti gli effetti un cimitero senza tombe con centinaia di lumini e mazzi di fiori lasciati dalla gente a terra per commemorare le vittime degli attentati. Obama ha deposto sul luogo una rosa bianca. 
Nessun commento, un rigoroso silenzio di fronte ad un dramma come quello che la Capitale francese è stata costretta a subire. Un silenzio che forse ha contato più di mille parole. Il silenzio del rispetto verso tante vittime innocenti, uccise nell’ambito di una guerra che una parte, i fondamentalisti islamici, hanno dichiarato contro l’Occidente, una guerra combattuta con le armi del terrore e della vigliaccheria. Sì, la vigliaccheria di chi uccide le persone cogliendole di sorpresa, senza dar loro alcuna possibilità di difesa, sparando nel mucchio senza preoccuparsi di stroncare vite, famiglie, affetti. 
Obama ha voluto fermarsi lì senza che la visita fosse stata preventivamente organizzata o concordata. Un fuori programma tuttavia doveroso e anche per certi versi prevedibile da parte del più importante leader occidentale. Ciò ha reso l’incontro ancora più suggestivo senza troppe telecamere o obiettivi fotografici a riprendere momenti tanto intensi. 
Parigi è blindata, imponenti le misure di sicurezza in vista dell’evento sul clima. Obama è poi intervenuto alla conferenza per ribadire il ruolo centrale dell’America sul progresso delle politiche ambientali: "Le nostre imprese e i nostri lavoratori – ha detto - hanno dimostrato che è possibile fare passi in avanti verso un futuro più pulito anche mentre si creano nuovi posti di lavoro e l’economia cresce. La nostra produzione industriale è al livello più alto di sempre, ma le nostre emissioni inquinanti sono ai minimi da 20 anni».

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]