Macché felicità, "paralizzata davanti edicola". Romina Vs speculazioni su Ylenia

30 novembre 2015 ore 20:59, Americo Mascarucci
Macché felicità, 'paralizzata davanti edicola'. Romina Vs speculazioni su Ylenia
Altro che felicità, Romina Power è sul piede di guerra contro le speculazioni che i media di tutto il mondo avrebbero messo in atto, complici le ultime novità legate alla scomparsa della figlia Ylenia avvenuta nel dicembre del 1993.
Le dichiarazioni di un camionista che ha ammesso l’omicidio di una ragazza pare molto somigliante ad Ylenia e con lo stesso nome utilizzato da questa durante il soggiorno in America, hanno riaperto il caso lasciando supporre che le ossa di una giovane ritrovate nel 1996 potrebbero essere quelle di Ylenia. Da qui quindi la decisione degli investigatori americani di prelevare il dna di Albano e Romina (ma lei a differenza dell'ex marito che ha confermato, ha smentito) per verificare la sussistenza o meno della nuova ipotesi investigativa. 
La notizia ha riaperto così i riflettori su Ylemia tornata al centro delle cronache giornalistiche. Un clamore mediatico che Romina non ha gradito affatto. 
"Basta speculazioni! Basta attività! Una madre chiede, anzi impone, il silenzio stampa. Per mia figlia, la mia Ylenia Carrisi. Basta!", scrive la cantante ex moglie di Albano, dopo le presunte novità sul caso della sparizione della ragazza. Lo scrive in una lettera aperta, diffusa il 29 novembre in coincidenza con quello che sarebbe stato il 45esimo compleanno della ragazza, per la quale il Tribunale di Brindisi ha dichiarato la morta presunta un anno fa. 

"Cara stampa, torno in Italia per rimanere paralizzata davanti a un'edicola – scrive la Power - Ci sono tante disgrazie nel mondo quotidianamente, ma, consapevolmente speculare sul dolore altrui, lo trovo la più grande bassezza. Si dà per certo ciò che non lo è, pur di fare del becero sensazionalismo, pur di vendere e guadagnare qualche sporca moneta. Chi compila quelle 'notizie' avrà pure una famiglia, avrà pure un po' di empatia, come si fa a non avere più cuore? Un cuore per una famiglia che soffre da anni. Basta speculazioni!”. 
Parole dure come pietre, pietre lanciate contro un'informazione accusata di inseguire il sensazionalismo a tutti i costi passando sopra il dolore delle famiglie. Da qui il grido di dolore e di rabbia.
Il grido di una madre che dopo aver perso la propria figlia senza conoscere mai la verità sulla sua fine, vede ora quella figlia nuovamente sbattuta in prima pagina con nuove ipotesi e congetture sulla scomparsa dando fiato ad indiscrezioni tutte da dimostrare. Insomma c’è un limite a tutto e sebbene Romina sia forse la persona più interessata insieme ad Albano a conoscere la verità, il prezzo da pagare per arrivare ad essa sembra apparire sempre più insostenibile. 

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]