L'outsider Zingaretti: "Ma quale D'Alema? Non ho padrini", ma ho molto consenso e...

30 ottobre 2013 ore 13:06, Marta Moriconi
L'outsider Zingaretti: 'Ma quale D'Alema? Non ho padrini', ma ho molto consenso e...
Nicola Zingaretti resta in Regione Lazio. Il presidente smentisce, alla fine, alcune voci di Palazzo e di stampa, che erano circolate circa la sua candidatura alle primarie del Pd per Palazzo Chigi. Io l'uomo di D'Alema? Nun tengo padrini, ha in sostanza dichiarato...  Ma  analizziamo, insieme, la sua comunicazione. IL DECOLLO: ''Oggi - ha scritto Zingaretti - un importante quotidiano nazionale indica il mio nome come candidato di Massimo D'Alema per la corsa alle primarie per Palazzo Chigi. Da anni ormai, in genere ad un ritmo di ogni tre mesi, spuntano retroscena politici che mi candidano a tutto: segretario Pd, sindaco di Roma, ministro, e ora presidente del consiglio. Invece, da solo, spesso contro i capicorrente del Pd e vincendo le elezioni, faccio le mie scelte con la mia testa e soprattutto con il supporto e il consenso degli elettori''. IL VOLO: Poi, l'umile Zingaretti sciorina  numeri del suo consenso, tanto per non dimenticare che lui è di peso. "Alle Europee del 2004, quando ho ottenuto oltre 200 mila preferenze. Così è stato alla provincia di Roma nel 2008 (in una giornata terribile per il centrosinistra che perse sia le elezioni nazionali che quelle per il Campidoglio). E così è  stato anche nel 2013 per la regione Lazio (e anche in quel giorno la coalizione da me guidata prese nel Lazio oltre 300 mila voti in piu' rispetto alla coalizione nazionale con a capo Bersani)". L'ATTERRAGGIO. Insomma tutto solo rimandato è il vero messaggio, nascosto tra le righe: "Quando avrò portato a termine questo compito, valuterò. In autonomia e senza padrini politici. Come sempre''.  
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]