Lefebvriani Vs Semeraro: avanti con le Messe senza temere sanzioni da Chiesa del Sinodo

30 ottobre 2014 ore 15:40, intelligo
Lefebvriani Vs Semeraro: avanti con le Messe senza temere sanzioni da Chiesa del Sinodo
L'Espresso aveva riportato la notizia che il fedelissimo di Papa Francesco, il vescovo di Albano Marcello Semeraro, aveva vietato loro, con una lettera, di celebrare messa e amministrare i sacramenti avvertendo anche i laici del rischio di scomunica. 
E il braccio di ferro tra il vescovo di Albano (dove ha sede la Fraternità Sacerdotale San Pio X) e i Lefebvriani italiani continua. Tanto più che Semeraro, che ha parlato di loro come di un'istituzione che non è cattolica, è anche il segretario del 'C9', la commissione cardinalizia istituita da Bergoglio per la riforma della curia. Don Pierpaolo Petrucci, Superiore del distretto italiano dei seguaci di Lefebvre, ha replicato in una nota definendo i provvedimenti "particolarmente odiosi". Criticando gli incontri ecumenici organizzati nella stessa diocesi, don Petrucci parla di "incoerenza lampante", "sintomo evidente della terribile crisi che sta attraversando la Chiesa e che si è manifestata ancora recentemente nell'ultimo sinodo". E i Lefebvriani italiani fanno sapere che andranno avanti nonostante la notificazione: "La Fraternità San Pio X, sull'esempio del suo fondatore, continuerà a trasmettere integralmente il deposito della fede e della morale cattolica, schierandosi apertamente - si legge nella nota - contro tutti gli errori che vogliono deformarlo, senza tema di minacce o ingiuste sanzioni canoniche poiché questo deposito né mons.Semeraro, né alcun altro membro della gerarchia ecclesiastica potrà mai cambiarlo". L'invito è rivolto anche ai fedeli: "Tutti coloro che desidereranno ricevere i sacramenti come la Chiesa li ha sempre amministrati, ricevere un catechismo autentico per i loro bambini, una formazione per gli adulti, una direzione spirituale e un conforto per i malati saranno sempre benvenuti nei nostri Priorati".
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]