Anche i ghiacciai rischiano l'estinzione, tra 20 anni resteranno solo rocce

30 ottobre 2015, Micaela Del Monte
Anche i ghiacciai rischiano l'estinzione, tra 20 anni resteranno solo rocce
Un caldo devastante ha caratterizzato il 2015, un caldo che per molti è significato vacanze migliori ma che invece per alcuni ghiacciai del nostro Paese ha segnato la fine.

Così è stato ad esempio per il "gigante" dei Forni il Lombardia, situato nel parco Nazionale dello Stelvio, che rischia di scomparire entro il 2100. Il caldo record di quest’anno lo ha ridotto in tre piccoli ghiacciai.

Ma quello lombardo non è l'unico a temere l'estinzione. Il ghiacciaio della Marmolada, il più esteso delle Dolomiti, si è prosciugato, ha perso addirittura 7 metri di spessore, e si è spaccato in due aree, in due lingue, tanto che la Provincia di Trento vuol correre ai ripari, coprendolo di grandi teli per proteggerlo dall'opera devastante del sole e delle alte temperature. 

Per gli scienziati però il destino è già segnato, "nell'arco di 10 anni, al massimo di 20 - ha spiegato Luigi Casanova, portavoce della confederazione Cipra - la massa si sarà sciolta, avremo tutta roccia". Perché nessuna speranza? La drastica riduzione dello spessore ha fatto emergere 7 metri di roccia, a Punta Penia e Punta Rocca, ma soprattutto da Sasso delle Undici e Sasso delle 12. "La roccia si riscalda e funziona da termosifone" ha continuato Casanova. "Un termosifone che porta alla fusione della massa ghiacciata. Bisognerebbe coprire di teli anche queste cime, ma sarebbe davvero ridicolo". 

E a peggiorare la situazione è la caduta sempre più rara della neve: rispetto ai 19 metri dell’inverno 2013/2014, la quota caduta quest’anno non è arrivata ai 7 metri e le temperature alte dell’estate non hanno faticato a scioglierla.

Tutto questo è stato spiegato durante la presentazione del Nuovo Catasto dei ghiacciai italiani, redatto dall'Università Statale di Milano, ed esposto durante l’incontro “La febbre del ghiaccio” organizzato alla Camera dei Deputati dall'intergruppo parlamentare per il clima Globe Italia

Ecco alcuni dati contenuti nel documento: 

903 sono in totale i ghiacciai italiani che occupano una superficie di 370 chilometri quadrati. Le regioni che contano più ghiacciai sono Lombardia, Valle d’Aosta e Alto Adige. La Lombardia è al primo posto con 230 ghiacciai mentre la Valle d’Aosta è quella con l’area glaciale maggiore: 134 chilometri quadrati.

 Il dato sulla superficie “conferma una generale tendenza al regresso”: una riduzione del 40% (da 519 a 368 chilometri quadrati) negli ultimi 50 anni, a questa si è aggiunta un’ulteriore contrazione del 5% dal 2007 al 2012. La superficie glaciale persa è pari all’estensione del Lago di Como ed è conseguente al rimpicciolimento dei ghiacciai e all’estinzione di quasi 200 complessi.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]