Medimex 2015, l'innovazione musicale tra Gianna Nannini e Carmen Consoli. IL PROGRAMMA

30 ottobre 2015, Micaela Del Monte
Medimex 2015, l'innovazione musicale tra Gianna Nannini e Carmen Consoli. IL PROGRAMMA
Si è aperta ormai da un paio di giorni Medimax, il salone dell'innovazione musicale che si sta svolgendo alla Fiera del Levante di Bari, l'expo musicale organizzato da Puglia Sounds che oggi, nella sua seconda giornata di concerti, showcase, incontri d'autore e work shop, ospiterà tantissimi grandi nome del panorama musicale e non solo.

Gianna Nannini, Carmen Consoli, The Kolors, Vinicio Capossela, Gianrico Carofiglio, Giancarlo De Cataldo e David Lang. Sono alcuni tra i protagonisti di questa seconda giornata.

E sarà proprio la signora del rock italiano, Gianna Nannini, a inaugurare la programmazione di oggi (ore 10). L’artista si racconterà e presenterà il nuovo disco "Hitstory" (in uscita proprio il 30 ottobre per Sony Music) durante il primo appuntamento della sezione "Incontri d’autore", che a seguire accenderà i riflettori sui nuovi fenomeni della musica italiana, Lo Stato Sociale (ore 11), il rapper Ensi (ore 11.30) e The Kolors (ore 15.30), vincitori di Amici 2015 e dell’Academy Medimex (categoria «artista rivelazione»).

Quindi, con gli  "Incontri d’autore" il Medimex aprirà una finestra sui rapporti tra musica, letteratura e cinematografia con gli scrittori Gianrico Carofiglio e Giancarlo De Cataldo e il compositore delle colonne sonore per il regista Paolo Sorrentino, David Lang (ore 18). E sul filo che lega musica e letteratura viaggerà anche l’incontro di presentazione del libro Il paese dei coppoloni di Vinicio Capossela, intervistato da Gino Castaldo ed Ernesto Assante (ore 17.30).

L’intensa giornata del Medimex si concluderà con gli attesi live serali, in programma dalle 21.30 su tre palchi differenti (ingresso 10 euro - ridotto 7 euro). Oltre a Carmen Consoli, che arriva al Medimex dopo la partecipazione al Premio Tenco con ben cinque nomination, si esibiranno le gemelle francesi del folk sciamanico Isaya, gli Txarango, il più autentico fenomeno della scena musicale di Barcellona, la violoncellista e cantante brasiliana Dom La Nena, il trio di jazz mediorientale guidato dal contrabbassista e polistrumentista israeliano Adam Ben Ezra, il giovane romano Marco Zitelli, che con lo pseudonimo Wrongonyou si è posto all’attenzione con un soul dal taglio decisamente internazionale, il trio Il Guaio, che a un pop elettronico dal sapore vintage unisce uno spiccato senso dello humor, e l’orchestra di piccoli robot Lego, Toa Mata Band, creata dal produttore Giuseppe Acito, che è anche l’artefice di Cubled, l’installazione audiovisiva con cui il pubblico può interagire per tutta la durata del Medimex. 

Per maggiori informazioni visitare i seguenti link:
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]