Terremoto, scossa più violenta dal 1980: crolla cattedrale di Norcia

30 ottobre 2016 ore 11:28, Adriano Scianca
Non c'è pace per il centro Italia, dove la terra, anziché calmarsi, sembra più inquieta ogni giorno che passa. Una nuova fortissima scossa di terremoto è stata avvertita questa mattina alle 7,40. Dopo prime notizie che davano la magnitudo tra 7.4 e 7.1, sembra che l'intensità sia stata definitivamente fissata sul 6.5 e profondità 10 km con epicentro tra Marche e Umbria, nella zona già duramente colpita dagli eventi del 24 agosto e di questa settimana. Se la magnitudo fosse confermata, sarebbe la scossa più intensa della sequenza sismica iniziata alle 3,36 del 24 agosto, quando il terremoto che distrusse Amatrice e Accumuli ebbe una magnitudo di 6.0. 

Terremoto, scossa più violenta dal 1980: crolla cattedrale di Norcia

Il terremoto è stato avvertito distintamente in tutto il centro Italia. Le località prossime all'epicentro, spiega la Protezione civile, sono nuovamente Castelsantangelo, Norcia e Preci. La terra ha tremato una seconda volta alle 8. La scossa è stata di magnitudo 4,1. A Norcia è crollata la cattedrale con frati in ginocchio davanti alla statua di San Benedetto con accanto cittadini impauriti. Inquietante il racconto del sindaco di Castelsantangelo, Mauro Falcucci: "Io sono a Fano, dove vivo, ma mi dicono che ci sono stati crolli, che è un disastro! Si  è aperta la terra, c'è fumo, un disastro. Spero che i testoni che erano rimasti a Santangelo si siano spostati nella notte". 

Anche il sindaco di Ussita, Marco Rinaldi, traccia un quadro allarmante: “È crollato tutto, vedo colonne di fumo, è un disastro, in disastro! Dormivo in auto, ho visto l’inferno...”. Crolli di massi ci sono stati sulla Salaria, mentre è in corso una verifica nella frazione di Casali di Ussita dove sono stati segnalati crolli importanti e dove erano presenti ancora degli abitanti. Paura anche a Roma per questa nuova scossa avvertita anche nella Capitale, più forte rispetto ai giorni scorsi. Secondo quanto si è appreso, sono decine già le telefonate arrivate ai vigili del fuoco. La gente spaventata è scesa in strada in diverse zone della città. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]