Rubati i giocattoli ai bambini oncologici. In Sicilia succede anche questo

30 settembre 2014 ore 16:31, Marta Moriconi
Rubati i giocattoli ai bambini oncologici. In Sicilia succede anche questo
Ma dove sta andando il mondo? Solo venerdì scorso IntelligoNews aveva partecipato a una serata legata a doppio filo al Reparto di oncologia pediatrica dell'Umberto I. Protagonista il direttore dell'Istituto di Pediatria e primario del Reparto, il professor Manuel Castello, che ha festeggiato i risultati della sua associazione 
IO, domani... in occasione del suo trentesimo compleanno. Purtroppo se da un parte c'è il percorso di solidarietà e di attività a favore dei bambini malati di tumore e delle loro famiglie, dall'altra parte (in Sicilia) pupazzi, bambole, costruzioni e persino una consolle X-Box sono stati rubati proprio a questi piccoli degenti. Lo riporta LiveSicilia.itparlando di "malviventi che hanno portato via tutto dalla ludoteca del reparto oncologico per i bambini dell'ospedale Civico, tentando di impossessarsi anche dei televisori. Si tratta dell'ennesimo raid subito dalla struttura ospedaliera palermitana e, in particolare, dal reparto riservato ai più piccoli che utilizzano i giochi durante i giorni di ricovero o quando sono accompagnati da mamma e papà per le sedute di chemioterapia". Un furto vergognoso, scandaloso, perché a farne le spese saranno quei bambini che lottano ogni giorno contro dolori fisici e psicologici. E ci domandiamo che guadagno meriti di intaccare la serenità dei più deboli. Nessuno è la risposta, perché lo sfruttamento di tante bambole e videogiochi destinati ai più bisognosi non potrà produrre alcuna felicità, considerato che questa non si acquista, né è frutto di una ruberia.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]