Senato, Renzi a Grasso: "Si chiude il 13 ottobre"

30 settembre 2015, intelligo
Senato, Renzi a Grasso: 'Si chiude il 13 ottobre'
Le forbici usate da Pietro Grasso per tagliare gli 80 milioni di emendamenti a firma Lega, non hanno rasserenato gli uomini di Renzi. 

Almeno non completamente. Il punto è che la sforbiciata si è fermata a quota 383.500 emendamenti, tanti ne sono stati ammessi alla prova dell’Aula. Il che non va giù ai renziani che vorrebbero una tabella di marcia spedita, con una data certa: 13 ottobre, come indicato dal premier. Le votazioni sul testo sono riprese oggi a Palazzo Madama ma la ‘montagna’ di emendamenti rappresenta comunque un ostacolo alla road map. 

La mossa del presidente del Senato, dunque è motivo di maldipancia nella maggioranza dem, anche se dall’entourage di Palazzo Chigi scandiscono il messaggio: l'obiettivo sarà centrato. Lo ha fatto oggi al question time lo stesso Renzi al capitolo riforme che, senza aprire lo “scontro” diretto con Grasso, ribadisce la tabella di marcia di metà ottobre. Della serie: si va avanti nonostante l’inquilino di Palazzo Madama. 

A questo punto, la partita vera si gioca sui numeri in Aula: i renziani sono convinti che il pallottoliere è a loro vantaggio ma le incognite, si sa, sono sempre dietro l’angolo rispetto a una maggioranza in equilibrio (numerico precario). Occhi puntati non solo sull’Ala di Verdini ma soprattutto sulle mosse di Berlusconi. Che ancora una volta, potrebbero sparigliare. 

LuBi
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]