Conti in rosso, il sindaco diventa l'autista degli alunni: "Uso la Panda"

30 settembre 2016 ore 9:42, Andrea Barcariol
In tempo di spending review sono tanti i piccoli comuni costretti ad arrangiarsi per poter offrire i servizi più elementari. Un esempio evidente, che ha subito attirato l'attenzione dei media, arriva dalla Puglia, per la precisione da Zapponeta comune in provincia di Foggia di 3mila abitanti. Qui il sindaco Vincenzo D'Aloisio, costretto a combattere con la scarsità di risorse, non ha i soldi per acquistare uno scuolabus. Soluzione? Trasformarsi la mattina in autista per andare a prendere gli alunni a casa, utilizzando la sua Fiat Panda bianca. "Purtroppo il Comune di Zapponeta è in dissesto finanziario dal 2012, con 17 milioni di euro di debiti e quindi non può permettersi di offrire servizi ai cittadini. A questo punto ho deciso di utilizzare la mia auto per accompagnare i bambini a scuola, visto che i genitori sono costretti a uscire di casa al mattino presto per andare a lavorare nei campi. Si tratta in tutto di 4 bambini, di cui uno che frequenta la scuola media e tre la scuola elementare. All'occorrenza faccio anche il giardiniere".

Conti in rosso, il sindaco diventa l'autista degli alunni: 'Uso la Panda'
Una situazione veramente critica. "Possiamo garantire soltanto illuminazione e riscaldamento pubblico e il servizio di nettezza urbana - racconta D'Aloisio - Le famiglie erano in difficoltà, vennero a chiedermi aiuto. Così mi sono messo una mano sulla coscienza. Si tratta di genitori che lavorano nei campi e si svegliano molto presto al mattino. Per qualche giorno ci hanno provato a portare i figli a scuola, ma facevano tardi a lavoro. Alcuni sono stati rimproverati dai proprio datori di lavoro e rischiavano perfino di essere licenziati. Per me non è un sacrificio. Mi fa piacere anche perché devo essere in Comune alle 8.30, l'orario in cui i ragazzi cominciano le lezioni". Presto però i bambini di Zapponeta potrebbero avere il loro scuolabus: "La Regione ha stanziato un contribuito per l'acquisto, ma noi non possiamo coprire la restante cifra. Sono sicuro, però, che quanto prima la situazione verrà risolta".
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]