Ostia: i dubbi sullo scioglimento per mafia. Pronto un ricorso

31 agosto 2015, Marco Guerra
Ostia: i dubbi sullo scioglimento per mafia. Pronto un ricorso
Lo scioglimento per infiltrazioni mafiose del X Municipio di Roma, ovvero del territorio che corrisponde a Ostia e il suo entroterra, presenta ancora molti nodi irrisolti. 

L’ex XIII circoscrizione era stata infatti commissariata dal sindaco Marino a marzo - dopo la misura di custodia cautelare ai domiciliari del presidente Tassone per il presunto coinvolgimento in un ramo dell’inchiesta Mafia Capitale - e affidata all’assessore alla legalità, Alfonzo Sabella. 

Ora Sabella resta come delegato del sindaco ma da tre giorni, sul litorale, Marino e Gabrielli avranno un’interlocuzione diretta coi tre commissari nominati dal governo, in particolare con Domenico Vulpiani, predecessore di Gabrielli alla Digos.

Fin qui tutto chiaro, ma lo scioglimento per mafia deciso dal governo la scorsa settimana comporta che nel X Municipio non si potrà andare al voto prima di 18 mesi - quando invece le elezioni erano già state fissate dal Comune per la prossima primavera - e che tutti i membri dell’attuale Consiglio non potranno ripresentarsi davanti i cittadini. 

Sono insorte quindi le opposizioni che chiedono da tempo di ridare la parola ai cittadini. Militanti locali di Casa Pound la scorsa primavera occuparono persino l’aula consiliare per chiedere il ritorno alle urne. In molti sostengono infatti che lo scioglimento per infiltrazioni della criminalità organizzata sia infatti solo un “paravento” per evitare un confronto elettorale durante l’anno del Giubileo, dall’esito negativo quasi scontato per il Pd romano. Altri ambienti politici affermano che non può essere sciolto solo un singolo Municipio ma che il provvedimento deve riguardare l’intero Comune e dunque anche il Campidoglio. 

Tutto da sciogliere anche il nodo della ricandidabilità dei consiglieri. Il Corriere della Sera giorni fa riferiva infatti che tale misura riguardava solo quelli erano stati oggetto di indagine della procura. 

Su questi punti potrebbe quindi essere presentato a ore un ricorso al Tar per contestare lo scioglimento del X Municipio. Tutti in attesa quindi di questo nuovo capitolo della “saga” di Mafia Capitale. 








autore / Marco Guerra
Marco Guerra
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]