Annullata cena di gala, al Festival del Cinema di Venezia sicurezza e sobrietà

31 agosto 2016 ore 23:59, intelligo
di Luciana Palmacci

Sbarchi, primi look, tanta sicurezza, beneficenza e ovviamente film e stelle del cinema. Oggi si apre ufficialmente la 73esima edizione del Festival del Cinema di Venezia, che culminerà il 10 settembre con la consegna del Leone d'Oro. La vigilia di ieri martedì 30 agosto è stata tutta per la diafana madrina Sonia Bergamasco, per il presidente di Orizzonti Kim Rossi Stuart (presidente del Premio Venezia Opera Prima), per la bellezza della giurata di Orizzonti Valentina Lodovini e per la serata in sala Darsena con i filmati di Venezia i tempi dei Lumière e il restaurato "Tutti a casa" di Luigi Comencini, alla presenza del ministro-nipote Carlo Calenda. 
Oggi invece sarà il tempo della Mostra, con la cerimonia inaugurale che sarà ancor più sobria e asciutta in memoria delle vittime del terremoto del 24 luglio senza cena di gala (annullata) e alla presenza del solo ministro per i Beni culturali Dario Franceschini (dopo il forfait per lutto nazionale del presidente Mattarella). Ma è anche il giorno delle prime grandi star Emma Stone e l'attesissimo Ryan Gosling, insieme interpreti del musical di apertura della Mostra "La la land". 

Annullata cena di gala, al Festival del Cinema di Venezia sicurezza e sobrietà

Questa edizione della Mostra del Cinema non vedrà la festa inuguale sotto la tensostruttura allestita di fronte alla spiaggia dell'Hotel Excelsior, la cena di gala e il ricevimento sulla spiaggia sono stati annullati in segno di lutto e cordoglio per le vittime del sisma che ha colpito l'Italia centrale. La Biennale ha inoltre annunciato che per tutta la durata della mostra fino al 10 settembre verrà avviata una raccolta fondi in favore delle popolazioni del sisma che ha colpito l'Italia centrale anche in virtù dell'attenzione mediatica del festival e la presenza di star internazionali. Una Biennale sicuramente più contenuta e controllata; dopo l'attentato sul lungomare di Nizza, si temono azioni terroristiche tipo quindi la sicurezza è massima, ad ogni accesso sono apparsi veri e propri muretti con blocchi di cemento armato, al posto delle poco solide transenne, per tenere lontano l'incubo attentati.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]