Scuola Amatrice, Cantone (Anac): "Più garanzia sui collaudi, corruzione in agguato"

31 agosto 2016 ore 16:34, Americo Mascarucci
"La Guardia di Finanza, sulla base di valutazioni preliminari, ha chiesto all'Anac di attivarsi. Ci muoveremo in accordo con la procura di Rieti, che ho già informato, per evitare sovrapposizioni e duplicazioni".
E' quanto dichiarato dal presidente dell’Anac,  Autorità Anticorruzione Raffaele Cantone in un’intervista a Il Giornale.
Secondo un rapporto della Guardia di finanza consegnato all'Autorità nazionale anticorruzione, infatti, la scuola di Amatrice sarebbe stata inaugurata il 13 settembre 2012, ma l'appalto per il "miglioramento sismico" (costato 157.500 euro), secondo quanto riporta il Corriere della Sera sarebbe stato assegnato solo il 25 settembre e registrato l'11 ottobre. 
Mentre nell'altra tranche di lavori, affidata il 29 settembre 2011 (511mila euro) non ci sarebbe traccia di opere di prevenzione sismica ma solo di "miglioramento termico, migliorie della pavimentazione, efficienza dell'impianto elettrico" e altri lavori di sistemazione.
La maggior parte dei fondi sarebbero dunque stati spesi per sistemazioni e riparazioni che nulla avevano a che fare con la prevenzione del rischio sismico; secondo il rapporto delle Fiamme Gialle a destare sospetti è anche il fatto che il Comune avesse pubblicizzato con cartelli affissi all'esterno della struttura la "sontuosa opera di ristrutturazione dell'intero edificio realizzata in poco più di tre mesi, consistente soprattutto nell'adeguamento della vulnerabilità sismica". 
Scuola Amatrice, Cantone (Anac): 'Più garanzia sui collaudi, corruzione in agguato'
Particolare, evidentemente, non corrispondente alla realtà, dato che quell'adeguamento era solo una minima parte dell'intero intervento. 
Si sospettano collaudi fasulli per 21 edifici pubblici. 
"Se fosse così sarebbe molto grave e non sarebbe la prima volta - risponde Cantone - La nostra esperienza ci dice che è nella fase esecutiva, più che in quella dell'aggiudicazione dell'appalto, che si verificano anomalie e si annidano molti episodi di corruzione. Il problema è individuare collaudatori di garanzia, perché è un problema di uomini. A volte si è consentito a magistrati o a personaggi di rilievo di fare i collaudi, proprio perché apparivano più di garanzia. Ma l'esempio del Mose ci dimostra che questa è la via peggiore".  

"Quando inizierà la ricostruzione - aggiunge Cantone - il problema sarà evitare la corruzione negli appalti e per me sarà importante una cabina unica di regia, perché un sistema polverizzato con tante stazioni appaltanti rende più difficili i controlli. Gli organismi decisionali dovranno essere in numero ridotto, tendenzialmente uno solo. Il numero degli immobili crollati è oggettivamente eccessivo. Vedo - conclude - che anche la Procura evidenzia una serie di dubbi, anche se ora è il momento del dolore e non delle speculazioni" 

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]