Pigneto come il bronx: pusher contro i Carabinieri

31 luglio 2015, Marta Moriconi
Pigneto come il bronx: pusher contro i Carabinieri
Altra materia per il New York Times e Le Monde e il Telegraph. A Roma al Pigneto una quarantina di extracomunitari, originari del Gambia, tra cui c'erano spacciatori, hanno aggredito i Carabinieri. 

La "colpa" delle Forze dell'Ordine sarebbe stata quella di aver arrestato due pusher poco prima nella nuova isola pedonale del quartiere. Tanto è bastato per far scattare la reazione di quasi una cinquantina di connazionali tra cui si nascondevano anche degli spacciatori, che hanno iniziato a fare cerchio intono ai militari e, essendo in maggioranza, hanno cominciato una rivolta per impedire l'arresto dei due fermati.

Ogni mezzi era utile al fine: dalle bottiglie di birra di vetro fino alle mani, usate per impedire ai Carabinieri l'arresto.

Insomma una vera e propria guerriglia urbana smessa grazie all'ausilio di abitanti ed esercenti commerciali del quartiere che hanno aiutato i Carabinieri a salire a bordo dell'auto di servizio con i due arrestati.

A quel punto la guerriglia aveva un nuovo obiettivo: i cittadini che erano intervenuti. Ma quando sono arrivate le altre pattuglie dei Carabinieri la folla si è dispersa ed è avvenuto l'arresto di 5 persone in possesso di hashish.

Ora solo il rito direttissimo attende tutti i fermati. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]