Tra complotti e piaghe: il blackout di Fiumicino per il web

31 luglio 2015, Adriano Scianca
Tra complotti e piaghe: il blackout di Fiumicino per il web
Fiumicino, secondo giorno di caos: maledizione, incuria o sabotaggio? Su Twitter, fra ironia e polemica, i commenti si sprecano. 

La showgirl Rossella Brescia pensa apertamente al dolo: “Cmq i geni che stanno sabotando #Fiumicino la stanno facendo pagare alle persone sbagliate! #blackout”. Anche il grillino Alessandro Di Battista invita a indagare su eventuali manovre losche dietro i disagi: “Se l'incendio a #Fiumicino è doloso e soprattutto è opera di più mani la domanda è: "chi ci ha guadagnato"?”. 

L'ex ministro Corrado Passera guarda avanti: “#Fiumicino è ostaggio del caos, Roma del degrado. E fra pochi mesi comincia il #Giubileo…”. 

Fa anche discutere la telefonata del premier Matteo Renzi ad Angelino Alfano. Roberto Formigoni difende il collega di partito: “Non sapevo che @angealfa fosse ministro delle infrastrutture...Eppure, #Fiumicino non funziona e @matteorenzi chiama lui. DelRio scomparso?”. Il giornalista Antonio Polito si chiede retoricamente: “Ora che è mancata la corrente a Fiumicino, Renzi farà un'altra telefonata ad Alfano?”. 

Ma il commento più divertente è quello dell'account inequivocabilmente chiamato “Dio”, che la butta sulla pista delle piaghe: “Allora, un po' di chiarezza: ieri fuoco, oggi tenebre. Le cavallette, domani. Per la morte dei primogeniti, non ho ancora deciso. #Fiumicino”.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]