Pdl, la Biancofiore lascia le amazzoni e si promuove ‘berlusconiana termopolitana’

31 maggio 2013 ore 19:48, intelligo
Pdl, la Biancofiore lascia le amazzoni e si promuove ‘berlusconiana termopolitana’
Micaela Biancofiore, sottosegretario alla Pubblica amministrazione: “Nel partito non ci sono nè falchi nè colombe, solo berlusconiani termopolitani o non”. Nuovo termine coniato dall’amazzone berlusconiana per antonomasia che guida il partito in Trentino Alto Adige a suon di ‘meno male che Silvio c’è”.
Spiega il concetto: “Ci sono berlusconiani eroici che innanzi ai plurimi avversari che vorrebbero ridurre Berlusconi e tutti noi in silenzio, intimandoci di gettare le armi rispondono 'Molon labe', venitele a prendere, cioè berlusconiani fino alla morte 'giovani e forti'. E altri che gli vogliono politicamente sopravvivere". Michaela Biancofiore, coordinatore regionale del Pdl, si definisce “berlusconiana termopolitana” e cita la frase con cui Leonida sfidò Serse (alle Termopili) che lo invitava ad arrendersi. Usa frase e simbologia per parlare delle fibrillazioni interne al partito anche se assicura che non ci sono né falchi né colombe. E forse neppure amazzoni a questo punto, visto che la Biancofiore amazzone per militanza e fede berlusconiana, scende da cavallo per indossare l’armatura dell’intrepido Leonida. Che però, dice la storia, fu sconfitto e ucciso dai persiani, dopo essere stato tradito da una spia interna. Ogni riferimento politico, è puramente casuale.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]