Le mestruazioni su Instagram: prima scatta la censura, poi le scuse... LA FOTO

31 marzo 2015, Andrea De Angelis
Rupi Kaur, poetessa indiana di religione Sikh che studia presso l'Università di Waterloo in Canada, ha ricevuto le scuse ufficiali di Instagram per la rimozione avvenuta due volte di un'immagine facente parte di un progetto fotografico preparato per il suo corso di retorica visiva.

Le mestruazioni su Instagram: prima scatta la censura, poi le scuse... LA FOTO
C’è una ragazza sdraiata a letto, i capelli castani sono raccolti in uno chignon, la testa riposa sul braccio sinistro. Indosso ha una maglietta bianca e dei pantaloni del pigiama grigi, sporchi di sangue. Anche le lenzuola sono macchiate di sangue. 

Instagram ha rimosso la foto una volta, poi anche la seconda dopo che Rupi Kaur la aveva pubblicata nuovamente. 

A quel punto la poetessa ha scritto: "Ringrazio @instagram per avermi dato la stessa risposta che il mio lavoro era nato per criticare. Avete cancellato la foto di una donna completamente vestita durante le mestruazioni dichiarando che era contraria alle vostre linee guida, quando proprio le linee guida della vostra comunità rendono chiaro che non possa essere altro che un'immagine accettabile. La ragazza è totalmente vestita. La foto è di mia proprietà. Non attacca un determinato gruppo. Non è nemmeno spam. E, dato che non viola le vostre linee guida, continuerò a postarla.
Non chiederò scusa per non aver nutrito l'ego e l'orgoglio di questa società misogina che non ha nulla da dire su foto in biancheria intima, ma censura delle perdite naturali per ogni donna, in un mondo in cui i media ci bombardano di immagini di donne oggetto trattate in maniera meno che umana. L'immagine fa parte di un progetto svolto per il mio corso di retorica visiva. Potete vedere il set completo a questo indirizzo: rupikaur.com".

Allora Instagram ha chiesto scusa, autorizzando la pubblicazione della foto: "Quando il nostro team elabora le segnalazioni provenienti da altri membri della community di Instagram, a volte facciamo degli errori. In questo caso abbiamo rimosso dei contenuti per errore e abbiamo lavorato per risolvere il problema, appena ci è stato notificato. Chiediamo scusa per il disagio creato".
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]