Il Principe Carlo di nuovo contestato: ambientalista con l'elicottero

31 marzo 2015, intelligo
Di nuovo contestato il Principe Carlo, fa spallucce alle nuove critiche sull'uso di aeromobili di Stato da parte dei membri della famiglia reale inglese, tanto più che lui si vanta dell'etichetta di essere un ambientalista. Se fino a ieri i grattacapi ce li aveva perché era troppo interessato a intervenire sui temi che riguardano il lontano futuro del Regno Unito, oggi deve rispondere ai tabloid che hanno puntato il dito contro di lui.

Forse appena venerdì scorso abbia lanciato un accorato appello ad una conferenza ambientalista chiedendo a tutti di impegnarsi a salvare il pianeta dall'inquinamento.

Queste le parole. Poi i fatti: il giorno dopo il papà di William ha usato un "elicottero rosso" (che in Inghilterra sono quelli di Stato) per percorrere solo un centinaio di chilometri.

Tanto pagano i contribuenti britannici... e chi smaltirà 1,4 tonnellate di anidride carbonica?

"Se fosse andato in macchina, il predicatore verde Carlo avrebbe risparmiato abbastanza energia per riscaldare un palazzo per due mesi",  ha attaccato "The Sun".

Tanto più che il viaggio era con Camilla per recarsi all'ippodromo di Ascot, dove si svolgeva la speciale corsa di pecore chiamata Lamb National. 

Ma se il volo di Stato era regolarmente autorizzato come ha spiegano Buckingham Palace, è il solito affanno per nulla. 
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]