Tutte sposate tranne lei: si suicida. Il matrimonio non era in crisi?

31 marzo 2016 ore 9:26, Adriano Scianca
Tutte sposate tranne lei: si suicida. Il matrimonio non era in crisi?
Ma il matrimonio non era un istituzione in crisi, considerato ormai una tappa obbligata solo da pochi bigotti ipocriti? Non sembra l'abbia pensata così Danielle Saul, che alle nozze ha dato sin troppa importanza. Tanto da prendere una decisione davvero tragica proprio dovuta al fatto che, malgrado fosse una manager di successo e avesse appena 31 anni, non riusciva a trovare marito. La storia arriva da Manchester e ha avuto un risvolto tragico, dato che Danielle è stata trovata morta nel suo appartamento. Tre giorni fa aveva avuto un incontro con l'ex fidanzato. Erano andati a bere insieme, lei sperava in un riavvicinamento, invece aveva ricevuto un rifiuto che le aveva fatto molto male. Allora si è ubriacata e ha ingerito dei farmaci, fino a morire. 

La famiglia è disperata per la perdita: “Aveva solo bisogno di aiuto”, ha detto la madre, Karen, “Lei aveva avuto un paio di relazioni a lungo termine, una delle quali era durata circa cinque anni. Ma lei provava ancora dei sentimenti per lui e ha trovato difficile la rottura”. Sembra che la donna fosse molto stressata anche sul lavoro. Secondo i suoi amici, la sua depressione era appunto dovuta al fatto che tutte le sue amiche si sposavano e facevano figli mentre lei viveva sola con il suo gatto. La solitudine e l'incapacità di realizzarsi dal punto di vista della famiglia, malgrado fosse brillante in molti altri campi, l'hanno portata alla decisione di farla finita. Il giorno prima del suicidio ha mandato una foto a un'amica di lei con il volto in lacrime e la scritta “Mi sento morire”. Segnali eloquenti, ma che nessuno a quanto pare ha saputo cogliere.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]