Dalla Lega alla Ferilli: le conquiste di Flavio Cattaneo, nuovo ad Telecom

31 marzo 2016 ore 16:09, Adriano Scianca
Dalla Lega alla Ferilli: le conquiste di Flavio Cattaneo, nuovo ad Telecom
Si dice che sia una nomina gradita tanto a Silvio Berlusconi quanto a Matteo Renzi, ma in passato era considerato un uomo di unione tra la Lega e Alleanza Nazionale. Il nuovo amministratore delegato di Telecom, quindi, è all'insegna del Patto del Nazareno. Si tratta di Flavio Cattaneo, a cui il cda dell'azienda ha conferito deleghe esecutive. Una nota di Telecom sottolinea che a Cattaneo sono "conferite le responsabilità del governo complessivo della Società e del Gruppo, ivi inclusa la responsabilità di definire, proporre al consiglio di amministrazione e quindi attuare e sviluppare i piani strategici, industriali e finanziari e tutte le responsabilità organizzative per garantire la gestione e lo sviluppo del business in Italia e in Sud America". 

Al presidente esecutivo Giuseppe Recchi risultano invece attribuite: l'identificazione delle linee guida di sviluppo del Gruppo, di intesa con l'amministratore delegato; la supervisione dell'elaborazione dei piani strategici, industriali e finanziari, della loro realizzazione e del loro sviluppo; la supervisione della definizione degli assetti organizzativi, nonché la supervisione in materia di Security e sulla società Telecom Italia Sparkle; la rappresentanza della Società e del Gruppo nei rapporti esterni con le Autorità, le Istituzioni italiane e internazionali e gli Investitori; la responsabilità organizzativa delle funzioni Brand Strategy and Media, Institutional Communication, Legal Affairs, Public Affairs, e Corporate Shared Value. 

Nato nel 1963, Cattaneo è laureato in Architettura presso il Politecnico di Milano e ha una formazione specialistica in materia di gestione aziendale. Da febbraio 2015 è amministratore delegato di Ntv; da marzo 2015 è presidente di Domus Italia; da dicembre 2014 è consigliere indipendente di Generali Assicurazioni, da aprile 2014 è consigliere indipendente di Telecom Italia; da gennaio 2008 ad aprile 2015 è stato consigliere indipendente in Cementir Holding; da novembre 2005 a maggio 2014 Flavio Cattaneo è stato amministratore delegato di Terna; da aprile 2003 ad agosto 2005 è stato direttore generale della tv pubblica Rai Spa, curando anche la fusione con Rai Holding e la separazione contabile. Dal 2011 è sposato con l'attrice Sabrina Ferilli. 

"A seguito della nomina", conclude la nota, "il Consiglio di amministrazione ha quindi accertato il venir meno dei requisiti d'indipendenza qualificati, di cui al Codice di Borsa Italiana, da parte del Consigliere Flavio Cattaneo, che si qualifica quindi come amministratore esecutivo non indipendente; alla data odierna, non possiede azioni di Telecom Italia". 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]