Libro Marino, Savarese: "Arruolamento fallito. Da Papa messaggio chiaro a cattolici al Governo e in Parlamento"

31 marzo 2016 ore 15:38, Marta Moriconi
Quando il Papa disse a Marino: che sbaglio registrare le nozze gay. Così
 racconta l’ex sindaco nel suo libro 'Un marziano a Roma". Ma il retroscena convince? Ne parliamo con Filippo Savarese, portavoce di Generazione Famiglia, che a IntelligoNews commenta l'indiscrezione e  come la "l
obby Lgbt ha provato in ogni modo ad arruolare Papa Francesco". 

Marino rivela: Papa Francesco contro nozze gay, gli disse che aveva sbagliato...

Libro Marino, Savarese: 'Arruolamento fallito. Da Papa messaggio chiaro a cattolici al Governo e in Parlamento'
"Ho letto che Marino insistette con l'entourage del Papa per fargli sapere prima possibile che avrebbe trascritto in Comune 16 matrimoni gay contratti all'estero, convinto che al Papa avrebbe fatto piacere a ridosso del Sinodo sulla famiglia. In realtà quando lo seppe Francesco ne fu oltremodo amareggiato e l'episodio incrinò i rapporti col Vescovo di Roma, spezzati poi dalla famosa "imbucata" di Marino durante il viaggio apostolico negli Usa. L'amministrazione di Ignazio Marino sarà ricordata per questa inettitudine ideologica di fondo, che l'ha reso cieco e sordo alle esigenze concrete dei cittadini costringendoci a parlare per oltre un anno di azioni contrarie alla legge italiana e, peraltro, alla fede cristiana. Spero che il prossimo Sindaco di Roma non sia altrettanto servo della lobby Lgbt". 

Quante volte è stato strumentalizzato il Papa? 

"La lobby Lgbt ha provato in ogni modo ad arruolare Papa Francesco nella sua guerra alla famiglia naturale, al matrimonio e al diritto dei bambini di avere una mamma e un papà, giocando di sponda con la grande stampa che sulle parole del Papa su questi temi non ha mai volutamente reso un servizio onesto. Basta vedere l'operazione tentata da Marino di cui abbiamo detto. Noi però abbiamo sempre diffuso fedelmente tutti i suoi chiarissimi pronunciamenti, specialmente contro l'ideologia gender nelle scuole, del cui dilagare si è detto testimone oculare quando era Arcivescovo di Buenos Aires. Si deve a lui la definizione di "colonizzazione ideologica", un'immagine potente che ha scosso molte coscienze prima scettiche o incredule. Il movimento pro-family italiano gli deve davvero molto e di questo gli siamo grati".

E' anche un messaggio a Renzi oggi. Il Papa è contro le nozze gay... figurarsi i figli di coppie gay, giusto?

"Papa Francesco ha mandato un messaggio chiarissimo ai cattolici al Governo e in Parlamento su questo tema: la coscienza del cattolico, se è ben formata, non può che rigettare fermamente il piano di rottamazione della famiglia e di apertura al mercato dei figli con utero in affitto che ne consegue, come stiamo vedendo negli ultimi mesi con le sentenze eversive dei Tribunali sulla stepchild-adoption. Purtroppo la grande maggioranza di cattolici in Parlamento e al Governo, a cominciare da Renzi, se ne sono altamente infischiati di questo richiamo, preferendogli quello delle lobbies internazionali. Come abbiamo detto al Family Day del Circo Massimo, ci ricorderemo di questo tradimento alle imminenti elezioni amministrative e soprattutto al referendum di ottobre, dove invitiamo tutti a votare No".
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]