Fassina (Pd): "Renzi pensa agli iPhone, io alle persone in difficoltà. La Chiesa meglio del Pd"

31 ottobre 2014 ore 15:40, Andrea De Angelis
La Fiom in piazza a novembre, ma i parlamentari? IntelligoNews lo ha chiesto a Stefano Fassina che nella nostra intervista ha parlato anche di sinistra, Chiesa Cattolica e non ha risparmiato frecciatine al premier Renzi...  
Fassina (Pd): 'Renzi pensa agli iPhone, io alle persone in difficoltà. La Chiesa meglio del Pd'
Il prossimo mese sarà in piazza con la Fiom per lo sciopero generale o comunque sosterrà l'iniziativa? «Io sostengo le iniziative che, meglio se unitarie, contribuiscono a modificare i punti del Jobs Act e della Legge di Stabilità. Modificarli è necessario per sostenere la ripresa e il lavoro». Quindi ai sindacati la piazza e a voi il compito di cambiare le leggi... «Assolutamente sì». Due giorni fa abbiamo sentito gli operai di Terni al corteo domandarci come mai i politici non capiscono che è chi lavora a pagare le tasse e a far andare avanti il Paese. Davvero fate fatica a capire questo? «Il sottoscritto non fa fatica a capirlo perché sta in mezzo alle persone che vivono in difficoltà, con un impiego precario, che hanno perso o hanno paura di perdere il loro posto di lavoro.  Credo che il Parlamento e il Governo debbano innanzitutto saper ascoltare queste persone, evitando di rivolgersi alla piazza in modo disinvolto con battute su gettoni per gli iPhone e rullini per le macchine digitali...». Ieri Paolo Ferrero in una nostra intervista ha lanciato un appello alla minoranza del Pd in disaccordo con Renzi, ma i lettori sui social hanno criticato questa apertura. Le chiedo dunque: a sinistra e più in generale nel centrosinistra ci sono preclusioni tra voi e se sì di che genere? C'è difficoltà a mettersi a un tavolo? «Penso che la discriminante sia il programma per l'Italia e quindi c'è un perimetro che è definito dalla lettura che diamo di questa fase e dei problemi del Paese e dell'Europa...». Quindi si può parlare anche con Ferrero? «Si parla con tutti, credo che dovremmo essere capaci di andare oltre il recinto partitico e politico: vi sono straordinarie energie nei movimenti, nella Chiesa cattolica che in questa fase mi pare molto più avanti e innovativa di tanta parte del Partito Democratico».    
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]