Mattarella: "Corruzione, nessuna zona è incurabile". Stoccata a Cantone?

31 ottobre 2015, Adriano Scianca
Mattarella: 'Corruzione, nessuna zona è incurabile'. Stoccata a Cantone?
“Non è vero che l’Italia è un malato incurabile. E nessuna sua zona lo è”. Sceglie la polemica in punta di fioretto, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, per replicare alla dichiarazione di Raffaele Cantone su Milano “capitale morale” d'Italia, laddove invece Roma farebbe fatica a trovare “anticorpi” contro il malaffare. 

L'inquilino del Quirinale spiega invece con chiarezza, pur senza far riferimento al magistrato, che nessuna zona del Paese è malata di disonestà in modo irrimediabile. 

“La forza con cui poniamo il tema della legalità, la mobilitazione della società civile, l’impegno dello Stato e dei suoi uomini dimostrano che in Italia i meccanismi di controllo accertamento e sanzione funzionano e che lo Stato non fa finta di non vedere”, ha detto il Capo dello Stato. 

La platea era quella dell'assemblea dell’Anci a Torino. E proprio ai sindaci Mattarella ha voluto ribadire che “i Comuni devono essere l’avamposto” della lotta per la legalità, “proprio perché le istituzioni cominciano nelle vostre sedi”. 

“Dal modo con il quale sapremo utilizzare i fattori di ripresa – ha ribadito – che ora diventano via via visibili, dipenderà molto del nostro futuro. Di quello italiano e di quello europeo, che sono sempre più strettamente connessi tra loro. Non vi sarà ripresa, non vi sarà crescita adeguata di opportunità, non vi sarà futuro degno per i nostri giovani, se non estirperemo la corruzione, l’illegalità, la criminalità organizzata. Non è vero che l’Italia è un malato incurabile e nessuna sua zona lo è”.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]