Autismo, genitori "a scuola" di segni: nuova tecnica sviluppa il dialogo

31 ottobre 2016 ore 10:13, Americo Mascarucci
Autismo, come aumentare la capacità di apprendimento dei bambini.
La risposta in un articolo pubblicato su The Lancet dove un gruppo di ricercatori inglesi guidato da Jonathan Green, della University of Manchester ha spiegato i risultati ottenuti con un nuovo sistema di comunicazione in grado di aumentare le capacità di apprendimento dei bambini affetti da questo grave disturbo cognitivo. 
"Non si tratta di una cura" spiega Jonathan Green, neuropsichiatra infantile dell'università di Manchester e coordinatore del progetto Pact. 
Pact è l'acronimo di "Preschool Autism Communication Trial". 
I ricercatori hanno preso in esame 152 bambini fra i 2 e i 4 anni e hanno seguito i loro genitori per un anno, filmando le loro interazioni con i figli e poi sottoponendoli a una serie di sedute, anche via web. 
"Si tratta di un metodo di ascolto che implica la comprensione da parte dei genitori dei messaggi che vengono inviati comunque dai bambini favorendone il dialogo con effetti duraturi", 
E’ emerso che nel giro di sei anni, quelli che avevano avuto un miglior beneficio da questo tipo di trattamento erano i bambini più piccoli di età compresa tra i due e i quattro anni.  
I bambini sono stati valutati con un punteggio messo a punto per misurare il livello di gravità dell'autismo. 

Autismo, genitori 'a scuola' di segni: nuova tecnica sviluppa il dialogo
I test si sono svolti alla fine dell'anno di intervento e poi, periodicamente, per altri sei anni. 
In questo lasso di tempo sono stati confermati miglioramenti nelle relazioni sociali e nella tendenza ad adottare comportamenti ripetitivi. 
Il punteggio relativo ai sintomi si è ridotto del 17%. 
L'indice di gravità dell'autismo è passato, in media, da 7,9 a 7,3. 
Fra i bambini sottoposti al programma, dopo i sei anni di osservazione, il 46% è stato classificato come grave (si partiva dal 55%). 
Nel gruppo di controllo (quella sezione dei volontari che, negli studi clinici, viene privata dell'intervento per poter fungere da parametro di riferimento) i casi gravi erano invece il 63%, rispetto al 50% iniziale. 
Sono invece rimaste intatte le difficoltà di linguaggio e l'ansia. 
E' emerso comunque che  l’aumento delle interazioni, della capacità di dialogo, di partecipazione, favorirebbe molto lo sviluppo cognitivo dei bambini che, anche se continuano a soffrire di autismo, riuscirebbero a migliorare la loro qualità di vita.


caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]