Fatturazione elettronica: regole, trasmissione dati e bonus aderenti

31 ottobre 2016 ore 23:59, Luca Lippi
Venerdì 28 ottobre 2016 è stato pubblicato sul sito dell'Agenzia delle Entrate il provvedimento con le regole e i termini per la trasmissione telematica opzionale dei dati delle fatture emesse e ricevute e delle relative variazioni.
Il provvedimento stabilisce che l’opzione può essere esercitata tramite i servizi telematici delle Entrate entro il 31 dicembre dell’anno precedente a quello di inizio della trasmissione dei dati e che l’opzione ha effetto per l’anno solare di inizio e per i quattro anni solari successivi. 
I contribuenti che esercitano questa opzione (introdotta dal Dlgs n. 127/2015) accedono ad alcune semplificazioni come:
-l'utilizzo del Sistema di Interscambio per scambiare le fatture elettroniche con i propri clienti
-godere del termine per gli accertamenti ridotto di un anno.
-accedere alla procedura accelerata di rimborso (i rimborsi prioritari)
-l'esonero dallo spesometro trimestrale introdotto dal D.L 193/2016 (D.L fiscale)
Con il provvedimento sono state fornite le informazioni da trasmettere, il loro formato, i termini di trasmissione e le modalità tecniche per comunicare i dati in totale sicurezza. 
Le regole tecniche stabilite dal provvedimento sono necessarie per consentire ai contribuenti Iva di esercitare l’opzione di trasmissione telematica dei dati delle fatture già con riferimento alle operazioni effettuate dal 1 gennaio prossimo, come previsto dall’articolo 1, comma 3, del Decreto Legislativo 5 agosto 2015, n. 127.
Le regole tecniche contenute nel provvedimento potranno essere seguite anche per adempiere all’obbligo di trasmissione telematica dei dati delle fatture previsto dall’articolo 21 del decreto legge n. 78 del 2010, come modificato dal decreto legge fiscale 22 ottobre 2016, n. 193; quindi, coloro che eserciteranno l’opzione non saranno tenuti a quest’ultimo adempimento.
A prevedere tutto è il Provvedimento n. 182070 diffuso lo scorso 28 ottobre appunto dal Direttore delle Entrate che stabilisce le informazioni da trasmettere, le regole e soluzioni tecniche e i termini per la trasmissione telematica dei dati delle fatture emesse e ricevute, per l’esercizio della relativa opzione e per la messa a disposizione delle informazioni ricevute ai sensi dell’art. 1, commi 2 e 3, D.Lgs n. 127/2015. 
Le medesime regole tecniche potranno essere seguite anche per adempiere al nuovo obbligo di trasmissione telematica trimestrale dei dati delle fatture previsto dal recentissimo Decreto Fiscale (D.L. 193/2016); mentre chi sceglierà l’opzione sarà esonerato dall’adempimento previsto dal nuovo decreto legge.

Fatturazione elettronica: regole, trasmissione dati e bonus aderenti
 
In sintesi, l’opzione dovrà esercitata tramite i servizi telematici delle Entrate entro il 31 dicembre dell’anno precedente a quello di inizio della trasmissione dei dati e ha effetto per l’anno solare di inizio e per i quattro anni solari successivi. Per coloro che iniziano l’attività in corso d’anno che intendono esercitare l’opzione sin dal primo giorno di attività, l’opzione ha effetto dall’anno solare in cui è esercitata.
 
Bonus riconosciuti agli aderenti
A favore dei soggetti che esercitano l’opzione sono previsti alcuni benefici: essi potranno utilizzare il Sistema di Interscambio per scambiare le fatture elettroniche con i propri clienti (in tal modo le Entrate acquisiranno automaticamente i dati delle fatture e il contribuente potrà evitare l’adempimento di trasmissione) e, nei loro confronti, saranno ridotti di un anno i termini per gli accertamenti. Altro bonus riconosciuto agli aderenti al regime è la nuova procedura accelerata di rimborso, i cosiddetti rimborsi prioritari.

autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]