Terremoto, Pirozzi: "C'è clima da 24 agosto. Subito ricostruzione morale"

31 ottobre 2016 ore 16:27, Americo Mascarucci
"Il mostro è tornato e con lui la paura di non farcela. Ma non ci arrendiamo, andiamo avanti".
Il mostro in questione è il terremoto delle ultime ore, la violenta scossa di domenica 30 ottobre alle 7,42 che ha riportato la paura ad Amatrice come spiega ad Intelligonews il sindaco Sergio Pirozzi.

Sindaco, che clima si respira ad Amatrice?

"In questi due mesi si è lavorato molto sul morale della cittadinanza che nelle ultime settimane era tornata a vivere. Il mostro però è riapparso e ha risvegliato le paure che sembravano superate. Chi aveva le case classificate A vi aveva fatto ritorno, diversi genitori avevano segnato i figli a scuola, ci si stava avviando verso la normalità seppur con la ferita del sisma del 24 agosto ancora da rimarginare. Ieri mattina la nuova terribile scossa, il panico, il terrore, l'incubo che torna. Il morale è purtroppo tornato a terra". 

Insomma, bisogna ripartire da zero?

"Purtroppo sì, spero che dall'incontro delle prossime ore con i responsabili della ricostruzione possano arrivare notizie rassicuranti che in qualche modo facciano tornare un minimo di ottimismo alle persone. Occorre riguadagnare fiducia ma non è facile di fronte al mostro che riappare improvvisamente più violento che mai"

I tempi della ricostruzione a questo punto si allungheranno?

"Avevamo impostato il lavoro di ricostruzione nel migliore dei modi riconoscendo piena dignità tanto alle prime che alle seconde case, così come alle attività commerciali. La violenta scossa di ieri ha spazzato via le certezze che avevamo da qui ai prossimi quattro-cinque mesi. Non ci voleva proprio".

Certo, avviare la ricostruzione con il rischio terremoto sempre in agguato non è semplice.

"Adesso non si tratta di ricostruire, la ricostruzione arriverà in un secondo tempo. Adesso si tratta di avviare i vari step con la realizzazione delle case temporanee per chi ha le abitazioni inagibili e con la ripartenza delle attività. Un percorso avviato che si sarebbe dovuto completare entro aprile. La gente aveva riacquisito fiducia. Sono bastati pochi minuti per vanificare tutto. Fortunatamente non ci sono state altre vittime, soltanto tre persone si sono ferite in modo non grave mentre scappavano. Ma capite bene che chi era tornato nelle proprie case dopo aver ottenuto la classificazione A, ora ha paura di restarci. Per altro dopo la violenta scossa di ieri ora dovremo pure verificare se tutte queste abitazioni hanno ancora la classificazione A o hanno subito qualche danno con possibile declassificazione".

Prima che la ricostruzione del patrimonio immobiliare, serve dunque la ricostruzione del morale?

"Esattamente, e non è facile dopo la botta di ieri. Ripeto, non ci sono state vittime ma devo dire che la paura e il morale della gente era pressappoco lo stesso del 25 agosto, il giorno successivo alla devastante scossa che qui ha distrutto tutto. Un incubo senza fine al quale però dobbiamo assolutamente reagire. Spero nelle prossime ore di avere argomenti tali da risollevare il morale dei miei concittadini".
Terremoto, Pirozzi: 'C'è clima da 24 agosto. Subito ricostruzione morale'
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]