Terremoto, container entro Natale e più polizia: nuovo decreto in 4 fasi

31 ottobre 2016 ore 19:58, Americo Mascarucci
Un nuovo decreto  legge per far fronte all’emergenza terremoto alla luce delle ultime violente scosse che hanno provocato altri ingenti danni nell’Italia centrale
E’ quanto ha deciso il Consiglio dei Ministri straordinario di questo pomeriggio che ha anche approvato poteri estesi al Capo della Protezione Civile e più uomini delle forze dell’ordine a presidiare il territorio. 
Il nuovo decreto prevede quattro fasi di intervento: 
Lo ha spiegato il Premier Matteo Renzi: 
"La prima fase sarà quella quella dell'immediata emergenza, nella quale chiederemo a chi può di lasciare il territorio, sapendo che sarà un periodo molto limitato; a questa prima fase seguirà una fase intermedia, quella dei container, strutture provvisorie dove però si potrà affrontare l’inverno: poi tra 5-6 mesi al massimo, ossia tra la primavera e l'estate le persone potranno tornare nelle casette di legno. Da qui poi partirà la quarta fase, quella dell’emergenza".
Renzi ha poi aggiunto: 
"Se riusciamo ad accelerare e a portare magari dei containers nell'arco di tempo più ristretto possibile, possiamo probabilmente evitare che vi siano i sei-sette mesi di attesa per le casette di legno da trascorrere altrove. La novità, che già da ieri sera cerchiamo di affrontare, dopo le discussioni nelle Marche e in Umbria, è per venire incontro ai cittadini. I containers arriveranno nelle prossime settimane, prima di Natale". 

Terremoto, container entro Natale e più polizia: nuovo decreto in 4 fasi
Nel nuovo decreto sul terremoto saranno inoltre previsti "più dipendenti per i Comuni colpiti, a tempo determinato. Vediamo - spiega Renzi - se prenderli da graduatorie che già ci sono. Daremo più persone per dare una mano sulle aree colpite". 
Poi la promessa:
"Ricostruiremo tutto: anche le chiese, anche le realtà turistiche e commerciali".
Il nuovo decreto legge sarà pronto a breve: 
"Nell'arco delle prossime 72 ore - ha detto Renzi - per rispondere all'evento eccezionale, metteremo in campo un ulteriore decreto legge il cui obiettivo è innanzitutto accelerare le procedure e mettere ulteriori risorse in termini di personale per affrontare l'emergenza. E' stata decisa - ha sottolineato - l'estensione dei poteri d'emergenza al capo della Protezione civile con un'ordinanza che attribuisce poteri straordinari all'ingegner Curcio". 
Poi il capitolo polizia: "Dobbiamo mettere più forze dell' ordine perché i cittadini chiedono sicurezza: ci vogliono più forze per dare l'idea del presidio del territorio alle persone che temono di lasciare le loro case".
Prima del Consiglio dei Ministri Renzi ha avuto una riunione con i presidenti delle Regioni Marche, Abruzzo, Umbria e Lazio a Palazzo Chigi. Luca Ceriscioli, Luciano D'Alfonso, Catiuscia Marini e Nicola Zingaretti.
Presenti anche il sottosegretario Claudio De Vincenti, il commissario per il sisma Vasco Errani e il capo della Protezione civile Fabrizio Curcio.


caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]