Violante ricoverato dopo grave malore, c'è il bollettino medico [VIDEO]

04 agosto 2016 ore 16:07, Andrea De Angelis
Luciano Violante, ricoverato da alcune ore all'ospedale Parini di Aosta, è stato trasferito nel reparto di rianimazione ed è in prognosi riservata. Il paziente, che è stato sottoposto a una tac, è incosciente.
"Il quadro clinico attualmente è in graduale, spontaneo miglioramento anche se la prognosi rimane riservata". E' quanto riferisce il bollettino medico relativo alle condizioni di salute dell'ex presidente della Camera Luciano Violante, ricoverato da questa mattina nel reparto di rianimazione dell'ospedale Parini di Aosta. Gli accertamenti a cui è stato sottoposto, si legge nella nota, "non hanno evidenziato lesioni cerebrovascolari significative". Alle due del pomeriggio il comunicato dei medici valdostani spegne l'allarme sull'ex magistrato e politico.

Il noto politico si trovava a Cogne, dove solitamente trascorre le vacanze. A chiamare i soccorsi sono stati i suoi familiari dopo che ha accusato un malore. Elitrasportato ad Aosta, è giunto al pronto soccorso del Parini.
"Il presidente della Regione Augusto Rollandin, assieme al presidente del Consiglio della Valle d'Aosta Andrea Rosset e all'assessore regionale alla sanità, Laurent Vierin, stanno seguendo in queste ore l'evoluzione del ricovero dell'onorevole Luciano Violante", informa il comunicato. 

Violante ricoverato dopo grave malore, c'è il bollettino medico [VIDEO]
Violante, 74 anni, è stato presidente della Commissione parlamentare antimafia e della Camera dei deputati
. Politico e docente universitario, è nato a Dire Daua, in Etiopia, in un campo di concentramento dove la famiglia era stata internata per volontà degli inglesi in quanto il padre, giornalista comunista, era stato costretto dal regime fascista a emigrare in Etiopia. I componenti della famiglia vengono liberati alla fine del 1943 ed al termine della seconda guerra mondiale si trasferiscono a Rutigliano, in provincia di Bari.
Conseguita la maturità classica al liceo "Domenico Morea" di Conversano, intraprende gli studi giuridici laureandosi in giurisprudenza nel 1963 presso l'Università degli Studi di Bari, dove fu giovane assistente di Aldo Moro. Nel 1966 supera il concorso in magistratura e nel 1970 diventa libero docente di diritto penale all'Università degli Studi di Torino. Poi la carriera politica che lo porterà nel 1992 a guidare la Commissione antimafia e quattro anni dopo alla presidenza della Camera. 


caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]