Che fine hanno fatto le originali Charlie’s Angeles? Kate Jackson, Farrah Fawcett, Jaklyn Smith

04 dicembre 2015 ore 13:11, intelligo
di Anna Paratore

Che fine hanno fatto le originali Charlie’s Angeles? Kate Jackson, Farrah Fawcett, Jaklyn Smith
Era il 1976 quando irruppe sui teleschermi di tutto il mondo. Una novità assoluta, una serie di telefilm d’azione tutta condotta da donne. Gli uomini giusto da contorno, con una specie di cameriere tuttofare, e una voce senza volto ad interpretare il capo delle indiavolate detective al centro delle storie. Stiamo ovviamente parlando della serie Charlie’s Angels, quella originale e primeva, che tanto successo ha avuto da essere ancora notissima in tutto il mondo.

Le tre prime ragazze chiamate ad interpretare gli angeli di Charlie, furono Kate Jackson, che nella serie impersonava la compassata Sabrina Duncan, Jaklyn Smith, che era la pepata brunetta Kelly Garret e la top model Farrah Fawcett che aveva il ruolo l’esplosiva Jill Munroe. Tutte e tre belle, ma diversissime tra loro, abbracciavano insieme le tipologie delle coetanee dell’epoca ma non ricoprivano le parti che fino allora venivano riservati alle donne nelle serie d’azione. Non erano le compagne dell’eroe, né le maliarde che rovinavano la vita a qualcuno. Erano bensì delle spietate e abilissime agenti, capaci di riparare il motore di un fuoristrada come di pilotare un elicottero, buttarsi con il paracadute o immergersi in acque pericolose. Nonché combattere corpo a corpo mostrando vasta esperienza nelle arti marziali, o di saper cogliere con un proiettile un chicco di caffè lanciato in strada dal palazzo di fronte. Non vogliamo dire che fossero delle super-eroine, ma poco ci mancava.

Unico personaggio maschile fisso nella seria era il fido e sempre presente John Bosley, interpretato l'attore David Doyle. Una via di mezzo tra un maggiordomo, un sergente maggiore, un abile furiere. C’era anche la voce del misterioso Charlie a comunicare con le ragazze per passare loro le missioni, voce che nella versione americana del programma fu affidata a John Forsythe meglio conosciuto come il Blacke Carrington, patriarca nella serie Dynasty.

Delle tre interpreti femminili, quella più “casalinga” era sicuramente Kate Jackson, che interpretava Sabrina Duncan, personaggio che rappresentava la tranquillità, la precisione e l’ordine. Nella vita Kate, classe 1948, oggi 67 anni, è stata sposata tre volte, con Tom Hart, David Greenwald , e Andrew Stevens , e ha avuto un solo figlio, Charles Taylor. Pur avendo sempre lavorato nel mondo dello spettacolo, Kate non è mai più riuscita a bissare il successo ottenuto con le Charlie’s Angeles. Ciononostante, è entrata nel cast di parecchie serie famose, da Vita da Strega fino a Criminal Minds. Ultimamente, però, è stata costretta a riconoscere pubblicamente il suo dissesto finanziario fino a dichiarare bancarotta e a fare causa al suo manager: dopo tanto lavoro, la poveretta è rimasta senza un dollaro.

Jaclyn Smith, che nella serie era Kate Garret, oggi ha compiuto 70 anni. Due figli e un numero imprecisato di matrimoni hanno popolato la sua vita privata, ma non l’hanno mai distolta dal lavoro, e ancora oggi lavora in serie affermate, tipo CSI: Scena del Crimine, anche se non come personaggio fisso. Hollywood le ha “regalato” una stella sulla Walk of Fame concessale per meriti speciali nel settore televisivo.

Ultimo angelo della prima serie, l’unica che abbia girato perché già dalla seconda serie decise di non partecipare più, era la famosa modella Farrah Fawcett. Nata nel 1947 in Texas a Corpus Cristi, Farrah è stata una vera icona di bellezza degli anni ’70. Modella richiestissima, ha legato la sua immagine alle maggiori campagne pubblicitarie del tempo. La fama internazionale le arrivò proprio da Charlie’s Angels, ma la sua carriera proseguì anche in teatro, al cinema e in TV. Il suo è stato un talento indiscusso, tanto che più volte ha meritato la candidatura sia ai Golden Globe che agli Emmy Award.

La sua vita personale, a differenza di quella artistica, fu ondivaga. Dopo un matrimonio durato dal 1973 al 1982 con Lee Majors, anche lui noto in Italia in quegli anni per essere l’interprete principale del telefilm

L’uomo da sei milioni di dollari, la Fawcett iniziò una travagliata relazione con Ryan O’Neal, il divo di Love Story. Bello e dannato, Ryan la portò per un certo tempo sulla strada dell’alcool e della droga, da cui lei però seppe distaccarsi in tempo prima di distruggersi completamente. Il rapporto fu fatto di alti e bassi, a volte con spiacevoli scenate anche pubbliche. Durò comunque fino alla fine della vita dell’attrice a cui nel 2006 venne diagnosticato un cancro al colon. Ricoverata anche in Germania per affrontare una cura sperimentale, Farrah si spense a Santa Monica il 25 giugno del 2009. Sembrò che negli ultimi giorni lei e Ryan avessero deciso di sposarsi, ma in realtà non fecero in tempo. Farrah morì prima che i documenti fossero pronti. Nel periodo della sua malattia, per sensibilizzare le persone alla prevenzione, Farrah girò un film sul suo calvario, firmato da lei stessa e dalla produttrice Alana Stewart. La pellicola con il titolo di La Storia di Farrah Fawcett è stata trasmessa negli USA un mese prima della morte dell’attrice che ricevette per essa una candidatura agli Oscar. In Italia il film è stato trasmesso da Sky. Farrah Fawcett riposa nel cimitero Westwood Memorial Park di Los Angeles.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]