Gender, Savarese: “L'iniziativa dei bambini a casa un successo. Migliaia di lettere e foto e..."

04 dicembre 2015 ore 14:04, Lucia Bigozzi
Gender, Savarese: “L'iniziativa dei bambini a casa un successo. Migliaia di lettere e foto e...'
“Scaricate dal nostro sito migliaia di lettere e foto delle missive già pronte per la spedizione al ministero. Riscontrato un fermento straordinario da Nord a Sud”. Così Filippo Savarese, portavoce di Generazione Famiglia commenta l’iniziativa anti-gender nelle scuole e a Intelligonews anticipa le prossime mosse “se dal ministro non riceveremo una risposta”. 

Quante adesioni avete ricevuto e quale bilancio dell’iniziativa anti-gender nelle scuole?

«Sul nostro sito sono state scaricate migliaia di lettere. La domanda è: quante ne sono state inviate al ministero da parte delle famiglie che hanno aderito alla nostra iniziativa? Noi immaginiamo che ogni lettera scaricata dal sito e stampata sia stata spedita al ministero, quindi siamo nell’ordine di migliaia di lettere alle quali si aggiungono le foto postate sui social network relative alle lettere già imbustate e pronte per la spedizione. E questo lo abbiamo registrato da Nord a Sud. Vale altrettanto per gli alunni che non sono andati a scuola».

Su questo punto specifico, quali sono i numeri?

«Noi abbiamo riscontrato un fermento straordinario su tutto il territorio nazionale. Il ministero avrà eco della situazione; per quanto ci riguarda possiamo confermare che le adesioni da parte dei genitori alla nostra iniziativa sono state davvero tantissime. Ora ci aspettiamo una risposta dal ministro».

Che tipo di risposta?

«Semplicemente un colloquio per chiedere in che modo il ministero intende aiutare le famiglie per i problemi sul territorio legati alla teoria del gender nelle scuole, perché le circolari ministeriali diramate nei mesi scorsi non bastano e in alcuni casi non servono. Speriamo che questa risposta arrivi prima possibile: il confronto che vogliamo è sereno e pacato, ma non possiamo più sentirci accusare di propagare una ‘truffa culturale’ da parte del ministro: questo è molto grave e inaccettabile»

Qual è il prossimo passo di Generazione Famiglia?

«Intanto i nostri Circoli continuano il monitoraggio costante e la denuncia di ciò che avviene nelle scuole. Se entro qualche giorno non riceveremo risposta da parte del ministero, sicuramente inizieremo a pensare ad altre forme di protesta pubbliche e di piazza in tutt’Italia anche più drastiche se questo dovesse servire per farci ascoltare. Non escludiamo una manifestazione proprio davanti alla sede del ministero dell’Istruzione, per far sentire la nostra voce»
autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]