Spine Quirinale. Corona e Cuffaro, le due grazie di Mattarella

04 febbraio 2015 ore 14:43, intelligo
Spine Quirinale. Corona e Cuffaro, le due grazie di Mattarella
Sergio Mattarella ha ricevuto il testimone da Giorgio Napolitano giusto un paio di giorni fa. Un “testimone” fatto non solo di rituali previsti e prassi consolidate, ma anche e soprattutto dei “dossier” sui quali il neo presidente della Repubblica dovrà dimostrare di essere arbitro o giocatore. Ecco il primo già sul suo tavolo.
LA GRAZIA A CORONA E CUFFARO. Due provvedimenti e due iter già avviati secondo la procedura che richiama l’articolo 87 della Costituzione che prevede tra i poteri del presidente della Repubblica la concessione della grazia e commutare le pene. Un procedimento disciplinato dall’articolo 681 del codice di procedura penale. Fabrizio Corona ha chiesto la grazia al Capo dello Stato l’8 dicembre scorso, quindi sul finire del novennato di Giorgio Napolitano. La conferma arriva da Ivano Chiesa, legale del fotografo dei vip che nel carcere di opera sta scontando una condanna a 9 anni e 8 mesi. Si tratta di una richiesta di grazia parziale: Corona ha firmato la lettera indirizzata al Colle nella quale si chiede che venga rimosso dal cumulo di condanne comminate il “reato ostativo” legato all’estorsione aggravata ai danni del calciatore David Trezeguez per il quale Corona è stato definito “soggetto pericoloso” e che, di fatto, non gli consente di poter accedere all’affidamento terapeutico che lui stesso avrebbe chiesto. In queste ore, Adriano Celentano, uno dei primi a rivolgere un appello al Quirinale, ha rinnovato la sollecitazione al neo presidente Mattarella. Totò Cuffaro. E’ stata la madre dell’ex governatore siciliano a presentare più di un anno fa la domanda di grazia al presidente Napolitano. Lui ha dichiarato di non sapere nulla dell’istanza: attualmente è detenuto a Rebibbia dove sta scontando una condanna a sette anni. Un’ultima annotazione: in nove anni al Quirinale, Giorgio Napolitano ha concesso la grazia in 23 casi. Cifra che se raffrontata con quella di tutti i suoi predecessori, appare la più bassa. Come sarà, invece, il settennato Mattarella? LuBi  
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]