Giulio Regeni, Serracchiani con la famiglia: "Momenti di indicibile sofferenza". Ora verità

04 febbraio 2016 ore 13:22, Americo Mascarucci
"Siamo sgomenti per le notizie sulla sorte di Giulio Regeni". Il presidente del Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani commenta la tragica notizia del ritrovamento del corpo senza vita del ragazzo scomparso in Egitto. Il ventottenne dottorando in economia dell’università di Cambridge è stato ritrovato ieri in un fosso, alla periferia de Il Cairo, con "segni di bruciature e di torture evidenti" secondo alcuni media egiziani. È stato l’ambasciatore italiano al Cairo, Maurizio Massari, ad informare la famiglia.

"Siamo di fronte a un evento tragico, che abbiamo sperato con forza non avesse l'esito che ha avuto - aggiunto il Governatore - Il nostro pensiero è tutto per la famiglia, che sta vivendo momenti di indicibile sofferenza. Fin dall'inizio la scomparsa del nostro corregionale è apparsa difficile da capire, per cui auspichiamo che sia fatta luce completa su ogni particolare di questo dramma terribile".
Giulio Regeni, Serracchiani con la famiglia: 'Momenti di indicibile sofferenza'. Ora verità
Enzo Scridel sindaco di Fiumicello paese natale del ragazzo volato in Egitto per studiare l’arabo dichiara sconsolato. "Col passare dei giorni, stavamo diventando quasi speranzosi. Speravamo tutti ancora in un suo rapimento oppure in un arresto, insomma eravamo ancora convinti di riportare a casa sano e salvo il nostro giovane concittadino, prima o poi". Invece poi la tragica notizia arrivata mentre era in corso la Giunta comunale. E così tutte le speranze si sono dissolte in un secondo. 
Subito, il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, da Londra, si è messo in contatto con l’ambasciatore Massari. Il governo italiano ha già richiesto alle autorità egiziane il massimo impegno per l’accertamento della verità e l’avvio immediato di un’indagine congiunta con la partecipazione anche di esperti italiani già arrivati sul posto. Al Cairo, ieri, era presente il ministro dello Sviluppo Economico, Federica Guidi, che ha sospeso la sua visita ufficiale per stare accanto ai genitori di Giulio, in ambasciata. In mattinata, la Guidi aveva incontrato il presidente egiziano, Abdel Fattah al Sisi, che le aveva assicurato la sua personale attenzione alla vicenda dello studente italiano scomparso. 
Ormai è diventato tutto inutile.

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]