Arabia Saudita-Iran, Fini: “Nessuna guerra ma l'Isis se la ride. Gli Usa invece...”

04 gennaio 2016 ore 14:19, Andrea Barcariol
Arabia Saudita-Iran, Fini: “Nessuna guerra ma l'Isis se la ride. Gli Usa invece...”
Intervistato da IntelligoNews, il giornalista Massimo Fini commenta quanto sta accadendo in Medio Oriente dopo le 47 esecuzioni capitali in Arabia Saudita, tra cui quella del religioso Nimr al-Nimr, che ha scatenato la reazione dell’Iran e innescato un nuovo violentissimo scontro tra sciiti e sunniti.

Scoppierà una guerra tra Arabia Saudita e Iran?

«Una guerra vera e propria non di sicuro, quanto accaduto porterà ad azioni di commando, mascherate, utilizzando il caos che c’è in Medio Oriente. Ci saranno uccisioni che i due Stati non si attribuiranno».

I due Paesi praticamente già si affrontano in Siria e Yemen, pensa che questo episodio sia collegato?


«E’ difficile dirlo, quello che è certo è che questo episodio mette in grande imbarazzo gli Stati Uniti perché l’Arabia Saudita è un loro alleato storico. Un’alleanza curiosa, visto che loro sono abituati a fare le pulci a tutti e l’Arabia Saudita è il posto in cui la sharia viene applicata nella maniera più dura, altro che i talebani che combattiamo da 14 anni. Questi eventi smascherano le ambiguità di varie potenze».

Stati Uniti che lo scorso luglio avevano trovato uno storico accordo sul nucleare anche con l’Iran.


«Un accordo fatto perché l’Iran è diventato fondamentale nella lotta all’Isis. Quindi dopo 30 anni nell’asse del male, non si sa bene perché, improvvisamente l’Iran è diventato buono. Questa strage mette in imbarazzo soprattutto l’America, non credo che avrà vere conseguenze sul campo».

Oltre agli Stati Uniti ci saranno altre conseguenze a livello geopolitico?

«Sicuramente tutto ciò giova all’Isis, come scrive Travaglio “Il califfo se la ride”, ma non si può ancora dire in che modo cambieranno i rapporti in Medio Oriente».

Lo ayatollah iraniano Ali Khamenei ha detto che “calerà la vendetta divina”. Cosa ne pensa?

«E’ la tipica frase per prendere tempo, se aspettiamo la vendetta divina possiamo aspettare la fine dei tempi. L’Iran sta temporeggiando, credo sia una guerra di nervi tra due potenze locali che vogliono affermare la loro egemonia».


Quanto sta accadendo tra Arabia Saudita e Iran l’ha sorpresa o era ipotizzabile che si arrivasse a uno scontro di questo tipo?


«L’antagonismo tra Arabia Saudita e Iran è molto antico, ma è ancora troppo presto per comprendere veramente le motivazioni che hanno portato a questa strage. Probabilmente le capiremo tra qualche mese».


caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]