Soldi, sangue e sesso: così la prostituta ricatta un 40enne

04 gennaio 2016 ore 21:01, Micaela Del Monte
Un ricatto a luci rosse è quello che è andato in scena la scorsa notte a Parma. Un uomo di quarantanni è stato infatti minacciato di morte da una prostituta 20enne perché secondo la prostituta l'uomo era "durato troppo" rispetto agli altri clienti e rispetto ai tempi previsti e dunque i 70€ in precedenza pattuiti non erano abbastanza per soddisfare la lucciola romena.

Soldi, sangue e sesso: così la prostituta ricatta un 40enne
Così dopo il rapporto l'uomo ha riaccompagnato la giovane al distributore di benzina dove l'aveva precedentemente caricata in auto. Durante il tragitto però la donna ha ricevuto una telefonata che evidentemente l'ha avvertita di aver trascorso troppo tempo con il cliente, così dopo aver sottratto il cellulare al 40enne per impedirgli di fargli chiamare i carabinieri minacciandolo di fargli sparare dal marito, ha poi preteso tutti i soldi dell'uomo, 285 euro. Non ancora soddisfatta però ha imposto all'uomo di prelevare dal bancomat e consegnarle altri 500 euro. Una pattuglia dei carabinieri di Sant’Ilario d’Enza che passava nei pressi del bancomat ha notato l’uomo sbracciarsi per chiedere aiuto. Così i militari lo hanno raggiunto, accertando l’estorsione in flagranza di reato. La prostituta aveva non solo i 500 euro appena prelevati ma anche i 285 euro precedentemente consegnati e il cellulare che aveva poco prima sottratto alla vittima. Con l’accusa di estorsione i carabinieri hanno arrestato una prostituta romena 20enne domiciliata a Corniglio, ora a disposizione della Procura reggiana. Cellulare e denaro sono stati quindi restituiti alla vittima, un 40enne della provincia di Parma, che ha sporto denuncia.

Tutto è avvenuto poco prima dell’una di domenica notte quando l’uomo, lungo la via Emilia a Sant’Ilario d’Enza.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]